Turia Pitt è un essere umano straordinario con una storia straordinaria da condividere con il mondo.

Turia Pitt: La vita è così preziosa – Il mondo intero ha bisogno di sentirlo!

Relatore: Turia Pitt
Prendi i suoi fantastici libri qui.
Intervista e film di ET Rouleau

Trascrizione: Turia Pitt, Life Is So Precious

Il mio nome è Turia Pitt. Sono un atleta, autore e allenatore di mentalità.

Nel 2011, sono stato gravemente ustionato durante la Kimberley Ultramarathon. Ho passato un paio d’anni dentro e fuori dall’ospedale, ho subito oltre 100 operazioni e ho dovuto ricostruire la mia vita da zero. E quando ripenso a quell’esperienza, sono davvero orgoglioso non solo di come mi sono comportato da solo, ma di come sono stato in grado di galvanizzarmi e ricostruire la mia vita fino a un punto in cui penso che sia anche meglio di prima.

Turia sulla guida:

Sono sempre stata una persona molto motivata. Voglio dire, al liceo avevo tre lavori dopo la scuola, e mi sono sempre offerto volontario per le cose, e alzo sempre la mano per fare le cose.

E penso che sia solo perché, anche prima del mio incidente, avevo l’idea che la vita fosse così preziosa. Abbiamo solo una possibilità, e non è come un videogioco in cui muori e hai un’altra possibilità. Non abbiamo questa opportunità nella vita.

E penso, a volte mi sento stressato perché penso che mi rimane solo una certa quantità di tempo su questa terra per avere un impatto e per fare tutto ciò che voglio fare. E mi sento sopraffatto perché penso di non avere abbastanza tempo, ma poi ricordo a me stesso, rilassati, rilassati, allevia la pressione e concentrati solo sul fare i piccoli passi che puoi fare oggi.

Quindi penso di essere sempre stato davvero spinto a ottenere il massimo dalla vita. E penso che sia un promemoria piuttosto importante per tutti noi di non dare le cose per scontate e di ricordare che ogni giorno che riceviamo, è davvero un dono.

Il consiglio di Turia a chiunque stia attraversando momenti difficili:

Se potessi dare un consiglio a qualcuno che è a un punto molto basso, è che a volte quando pensi all’obiettivo finale di dove vuoi essere, e sei in un posto davvero orribile, l’idea di ricostruire la tua vita e riprenderti può sembrano molto travolgenti e quasi insormontabili. Quindi quello che ho fatto è che mi concentravo solo su come superare un giorno alla volta, e quando ho passato un giorno, mi sono dato una pacca sulla spalla e direi ben fatto, Turia. Hai superato un altro giorno. E poi quando una giornata era troppo dura, la dividevo in ore, e direi che sei ancora qui, è passata un’altra ora, sei ancora qui. E penso che, ancora una volta, allevi la pressione.

Sii gentile con te stesso, sii gentile con te stesso. Sei un umano, e va bene provare sentimenti, e se stai attraversando delle avversità, allevia la pressione e prendila molto lentamente, giorno dopo giorno o anche ora dopo ora.

Turia su dove trova la sua forza:

Mi viene sempre chiesto da dove trovo la mia forza e penso che le persone presumano che io sia una persona motivata in modo super naturale, e ogni mattina salto giù dal letto e non vedo l’ora di cogliere l’attimo. Ma penso che sia importante anche togliere la pressione a te stesso, e non avere così tante aspettative che ogni singolo giorno distruggerai le cose.

Quindi dico sempre alle persone che la motivazione, quella è la scintilla che accende il fuoco, ma in realtà è la coerenza che fa bruciare il carburante.

Quindi ricordo a me stesso che qualunque cosa stia facendo, che si tratti di allenarmi per un Ironman o lavorare a qualcosa di nuovo nella mia attività o scrivere un libro, devo lasciar andare questa idea di aver bisogno di essere motivato esternamente e concentrarmi solo su coerenza e solo facendo le piccole cose che posso fare ogni giorno che mi avvicinano a dove voglio essere.

Turia su cosa serve per raggiungere davvero i tuoi obiettivi:

Sì, penso che quando parli di motivazione, prima di tutto, devi avere qualcosa che ti ecciti davvero, che ti faccia alzare dal letto. Solo qualcosa su cui stai lavorando o una maratona per cui ti stai allenando. E oltre a questo, devi avere una ragione davvero cristallina e davvero convincente per il PERCHÉ stai cercando di ottenerlo.

Stai scrivendo un libro perché hai sempre amato la letteratura e vuoi condividere una storia con il mondo?

Con me per Ironman, volevo farlo perché volevo dimostrare a tutti ea tutti gli oppositori che non solo ero in forma come ero nell’Ultramarathon, ma ero più in forma.

Quindi è davvero importante non solo avere qualcosa a cui stai lavorando, qualcosa di cristallino e qualcosa di tangibile, e per di più, devi avere una RAGIONE davvero cristallina per voler raggiungere quell’obiettivo.

Quindi sono le due cose di cui hai sempre bisogno quando raggiungi un obiettivo. Ed è quello che mi fa alzare dal letto quasi tutte le mattine.


La visione di Turia di spingersi oltre:

Penso che ciò che mi ha sempre attirato a fare eventi di resistenza sia stato che è uno spazio in cui puoi davvero sfidare te stesso, puoi davvero metterti alla prova e scoprire davvero quanto puoi sopportare e quanto puoi sopportare. E penso che, specialmente nelle nostre vite di questi tempi, siano così a loro agio. Ti svegli, apri il frigo, ti versi la colazione, guardi la TV, apri la macchina, guidi per andare al lavoro, ti siedi alla scrivania, digiti su un computer, sei in un ufficio climatizzato. E non hai mai davvero la possibilità di metterti alla prova bene o di allungarti. Ecco perché mi piacciono cose come gli eventi di resistenza, l’apnea e il surf perché sono tutti luoghi e opportunità in cui puoi uscire dalla tua zona di comfort e metterti alla prova un po ‘di più e vedere quanto sei resiliente. E credo che tutti noi siamo incredibilmente resistenti. Tutti noi abbiamo gli strumenti dentro di noi per far fronte a tutti gli scenari, ma non ci mettiamo mai alla prova, quindi non vediamo mai che ce l’abbiamo in noi.

Il punto di vista di Turia sui test di vita:

Penso che una delle cose veramente positive del mio incidente sia che sono stato testato oltre quello che viene testato da qualsiasi essere umano normale. E questo non accade alla maggior parte delle persone. E così ho vissuto quell’esperienza in cui ho dovuto ricostruire la mia vita completamente da zero. Non potevo nemmeno camminare, non potevo spazzolarmi i capelli, non potevo pulirmi il culo. Quindi ero in quel punto più basso della mia vita. E ho trovato gli strumenti dentro di me per imparare come alzarmi dal letto e iniziare a camminare, come piegare il gomito abbastanza da potermi nutrire, come spazzolare i capelli. E penso che, poiché ho vissuto quell’esperienza, mi rendo conto che non solo sono resiliente, ma mi fa anche pensare che siamo tutti resilienti. Tutti noi siamo capaci, tutti noi siamo forti, tutti noi abbiamo molta forza mentale. Ma non ci mettiamo mai alla prova, non ci sentiamo mai a disagio, non usciamo mai dalla nostra zona di comfort, quindi crediamo di non averlo in noi, di non essere capaci. Ma penso che sia una stronzata. Penso che ce l’abbiamo tutti dentro di noi, semplicemente non ci mettiamo mai alla prova.

Turia sui pensieri negativi:

Sono umano e, ovviamente, ho pensieri negativi. In una gara penserò che sia difficile, non posso farlo, è troppo. Quando mi sveglio la mattina, penso che va bene, ho una giornata davvero importante, non so se voglio farlo. Abbiamo tutti queste due voci dentro di noi. E hai quella voce negativa che dice, oh, non sei abbastanza bravo, sei stupido, sei brutto, fallirai. Ma abbiamo anche quell’altra voce, quella voce che dà potere e quella voce che ci dice che possiamo farcela. E così per cercare di soffocare quella voce negativa, ogni mattina senza fallo, faccio la mia pratica di gratitudine.

E la gratitudine è uno strumento che uso ogni giorno per cortocircuitare questo tipo di emozioni negative. E la cosa fantastica della gratitudine, non puoi essere grato e arrabbiato allo stesso tempo. Non puoi essere grato e amareggiato allo stesso tempo. Se sei veramente grato, questa è l’unica esperienza che puoi fare.

E penso anche che così spesso siamo sempre concentrati su ciò che non abbiamo nella nostra vita, su ciò che non va bene per noi e su ciò che le persone non hanno fatto per noi. E penso che quando lo capovolgi e pensi a cosa sei veramente grato nella tua vita, che sia la tua famiglia, i tuoi figli, la tua salute, la tua casa, il tuo lavoro. Quando inizi la tua giornata in quel luogo, è un posto molto più motivante in cui essere. Quindi è quello che uso, in particolare per cortocircuitare le emozioni negative, uso la gratitudine.

La routine mattutina di Turia:

Quindi mi chiedono sempre qual è la mia routine mattutina. È piuttosto semplice. La prima cosa che faccio al mattino è in realtà la prima cosa che non faccio, cioè non guardo il mio telefono. Perché quando lo fai, prendi l’abitudine di scorrere e ricevi messaggi, e-mail e avvisi. E all’improvviso, non solo stai iniziando la giornata stressato perché devi fare tutte queste cose per tutti gli altri, ma allo stesso tempo, non è un posto molto stimolante o motivante per iniziare la giornata.

Quindi la prima cosa che faccio è non guardare il mio telefono. La seconda cosa che faccio è afferrare mio figlio, lo sollevo, lo metto sul pavimento del soggiorno, lo sistemo con dei giocattoli. Apro le persiane perché la luce del sole ci aiuta a svegliarci. Faccio un caffè, mi siedo, guardo mio figlio giocare. Mi meraviglio delle sue piccole dita, e rifletto sul miracolo della vita, e penso a tre cose in particolare di cui sono davvero grato. Quindi oggi, sono stato grato per il mio partner, che è tornato a casa dopo 10 giorni, e sta davvero lavorando a qualcosa che è importante per lui. Sono grato per mio figlio, per tutta la gioia che porta nella mia vita. Ed ero grato perché avevo molte cose eccitanti che stanno accadendo con il mio libro dietro le quinte. E penso che sia un posto così fantastico per me, che non solo le persone sono interessate al mio libro, ma vogliono comprarlo e vogliono leggerlo. E dopo, mi pongo una domanda molto semplice, e mi chiedo qual è l’unica cosa che potrei fare oggi che renderebbe fantastico oggi? E se te lo chiedi, noterai immediatamente che il tuo corpo inizia a reagire biochimicamente a quella domanda. E per me oggi, quando me lo sono chiesto, ho pensato di andare a fare surf con la mia famiglia più tardi oggi, sì.

Le 3 lezioni di vita più preziose di Turia:

Immagino che se penso alle mie tre lezioni di vita più preziose, la prima sarebbe…

Tutto nella nostra vita dipende dalla nostra mentalità. E credo davvero che quando padroneggi la tua mentalità e domini il tuo dialogo interiore, che tutto sia possibile.

Penso che la seconda lezione di vita, immagino, sarebbe che dico alle persone solo di dimenticare la motivazione, dimenticare questa idea che devi essere motivato esternamente da qualche fonte esterna. Dimenticati di questo e concentrati solo sull’essere coerente. E la terza lezione di vita, immagino, sarebbe iniziare davvero a usare lo strumento della gratitudine perché è così fantastico. È gratuito, è facile, è veloce. Ma se inizi la tua giornata con gratitudine e mostrando gratitudine, questo trasformerà istantaneamente il resto della tua giornata.

L’eredità di Turia:

E quando penso all’eredità che voglio lasciare, immagino sia solo che in ospedale leggo libri di persone che hanno superato le avversità. Ho letto un libro di Sam Bailey, che è un contadino, e ha avuto un brutto incidente d’auto ed è diventato tetraplegico. Ed è riuscito a superare tutto questo, e ora è il primo tetraplegico al mondo a pilotare un elicottero. E così ho letto la sua storia, e mi ha fatto davvero pensare che se questo tipico ragazzo australiano può ricostruire la sua vita, allora posso farlo anch’io.

Quindi penso che per la mia eredità, sarebbe fantastico che quando le persone sentono parlare della mia storia, pensano, beh, se Turia è stata in grado di ricostruire la sua vita, e se Turia è stata in grado di fare un evento Ironman, allora questo significa che forse io potrebbe abbastanza il mio lavoro. Forse potrei imparare una lingua, forse potrei fare una mezza maratona. Penso che se ispirassi le persone ad agire nella loro vita, penso che sarei davvero orgoglioso di me stesso.

Condividi i tuoi pensieri su questa intervista con Turia Pitt nei commenti qui sotto. Condividi con qualcuno che sai che amerebbe questo.