David Goggins è considerato da molti l’uomo più duro al mondo. La sua forza mentale e la capacità di superare il dolore fisico ed emotivo per migliorare la propria vita ha ispirato milioni di persone in tutto il mondo. In questo breve video David condivide come il film Rocky, e una scena particolare ha cambiato la sua vita per sempre.

Il film Rocky ha cambiato la mia vita – David Goggins su YouTube:

Acquista subito il nuovo libro di David Goggins ” Can’t Hurt Me “, in tutto il mondo. ( PRE ORDINE )
Ascolta il discorso sul tuo telefono:  Spotify, Soundcloud.

Come il film Rocky ha cambiato la mia vita – David Goggins – Trascrizione

Credo che molte più persone possano relazionarsi alla lotta. Molto di più del successo. Le persone si relazionano molto di più a questo. Mi relaziono molto di più con una persona che è il perdente.


La maggior parte di noi in questo mondo è perdente.


Ci sono pochissimi di noi qui fuori che sono l’uno per cento. Quell’1% sono quelle persone che sono come… l’amministratore delegato, queste persone che sono come il miglior giocatore di basket, il miglior giocatore di golf… Pochissime persone ci sono.
Sono quelle persone che sono in fondo e nel mezzo… che stanno cercando di arrivarci… È tutta una questione di etica del lavoro.

Quindi, tutti amano il perdente. Questo è ciò che l’intera storia di Rocky… Tutti amano la storia di Rocky. Il fatto è che per sviluppare la storia di Rocky devi darti da fare… e non molte persone sono disposte a fare quella parte.

Questa è la parte difficile nel superare le probabilità… Superare te stesso… Devi creare una storia di Rocky. Devi essere disposto a soffrire per arrivare dall’altra parte.

Quindi, il motivo per cui mi piace così tanto il film Rocky è che quando stavo crescendo non avevo un gran modello di ruolo, crescendo. Quindi, tra il mio tradimento e il mio mollare la scuola e tutte queste cose, sono diventato ossessionato dalle persone che ho visto la mia vita nella loro vita. Sono ossessionato dalle persone che hanno lottato. Persone che erano in fondo alla fogna di Doggone. Sono ossessionato dal guardare queste persone. E sono diventato ossessionato dal guardare (il film) Rocky 1 – Round 14.

E il motivo per cui questo round specifico è… anche oggi ho 43 anni… Ancora oggi mi fa venire i brividi nel corpo. Posso tornare a quando avevo 10-11-12 anni… ogni volta che usciva il film. Ricordo la mia prima volta che lo guardavo. Stavo guardando il Round 14 di Rocky 1. Non dimenticherò mai di guardare questo ragazzo, che era Rocky mentre veniva preso a calci nel sedere. Apollo Creed lo stava semplicemente buttando a terra, picchiandolo… e tutto quello che voleva fare era andare lontano.

E per molte persone, questo non ha senso per loro se non per un bambino che cerca forza… chi cerca come… È possibile? Stai cercando “È possibile?” Posso realizzare l’impossibile?

… e io che guardavo questo film, è quello che ho visto, quindi… c’era un pugile senza nome contro il miglior pugile del mondo, che era Apollo Creed. Ora sto guardando questo ragazzo sul ring, che è Rocky… si sta prendendo a calci in culo… cadere, rialzarsi.

Nel 14 ° round Apollo è come… uccidere questo ragazzo ma anche Apollo è stanco. È estremamente stanco… Ma Apollo lo stende al 14 ° round, per la trentesima volta… E anche l’allenatore di Rocky, Mickey, dice a Rocky di restare giù… e Apollo si volta. Si volta e pensa di aver preso questo ragazzo… pensa di averlo battuto. Pensa di aver finalmente portato fuori questo ragazzo… questo ragazzo che continuava a venire da lui, e da lui.

Apollo Creed si volta… Alza le braccia in aria. Voltò le spalle a Rocky. Presume di essere a terra. ‘L’ho preso!’

Tutti nella folla dicono di stare giù. Tutti. Questo ragazzo sta scalando le corde per rialzarsi. Totalmente distrutto. Non e ‘rimasto niente. Ma LUI HA TROVATO QUALCOSA… E questo è il punto… Ha trovato qualcosa!

E guardo questo ragazzo alzarsi, e una volta che si alza, Apollo Creed si gira e vede questo… e lo sguardo che ho visto… la maggior parte delle persone non lo vede nemmeno… Lo sguardo che ho visto sul viso di Apollo Creed era questo sguardo totale soggezione… di chi diavolo sei? Chi sto combattendo?

Sembrava che l’anima di Apollo Creed avesse lasciato il suo corpo… e Rocky si prese i guanti e gli fece cenno di venire… e Apollo Creed abbassò la testa e scosse la testa.

Il motivo per cui quella scena risuona così tanto con me è che ero una tale prigione nella mia vita e mi sento come se fossi così in un buco, senza un posto dove andare, con così tanti problemi e così tante cose da scavalcare e superare sul mio proprio…

Volevo che ogni ostacolo e ogni persona che avesse mai dubitato di me assomigliasse ad Apollo Creed. Volevo che le persone, gli ostacoli, qualunque cosa mi guardassero come se questo ragazzo continuasse a seguirmi. Volevo quello che aveva Rocky. Solo la capacità di continuare ad alzarsi.

Non mi interessa se vinco. Non mi interessa se sono il migliore. Non si tratta di essere l’uomo più duro del mondo. Voglio solo continuare a seguirti.

Quindi, attraverso anni e anni e anni di visualizzazione di quella scena di quel ragazzo che si alza solo… È solo un film per alcune persone… ma per me è diventato ciò che la mia realtà doveva diventare.

Dovevo diventare quel ragazzo. Chi potrebbe correre con le gambe rotte durante una settimana infernale. Chi potrebbe sopportare più dolore. La più sofferente.

Per arrivare dove dovevo andare. Devo essere quel ragazzo. E molte persone non lo capiranno mai perché non hanno quel tipo di mentalità… ma lo abbiamo tutti.

Vengo dal nulla. Ma il fatto è che… Abbiamo tutti la capacità di passare dal nulla a qualcosa. Ma ci vuole quel tipo di spirito.

Intervista a David Goggins