Sintomi, definizione e trattamento della rabdomiolisi  : non esagerare!

Un nome così interessante per una condizione, ma la rabdomiolisi è una diagnosi molto seria che può avvenire durante il proprio viaggio di fitness. La maggior parte dei moduli di allenamento oggi disponibili sono di tendenza con movimenti ad alta intensità e ad alto volume. La progettazione del programma di solito consiste in quante ripetizioni e quanto velocemente le ripetizioni. Questo approccio è popolare perché stimola con varietà e non si concentra su un tipo di esercizio. Cardio e forza eliminati nello stesso allenamento sono sempre più popolari perché viviamo in una società che vuole risultati rapidi nel minor tempo possibile.

Ma i rischi di un allenamento all-in-one killer possono “superare” i benefici.

Ecco cosa può succedere:

“La rabdomiolisi è una condizione molto grave. È caratterizzato dalla rottura del tessuto muscolare che provoca il rilascio del contenuto di fibre muscolari nel sangue. I prodotti che vengono rilasciati dai muscoli possono essere dannosi per i reni e possono causare danni ai reni ”( Rhabdomyolysis, Ashmore, Amy, 2015 da Aerobics and Fitness Association of America).

Coloro che si allenano vogliono sentire il bruciore, lasciarli inzuppati di sudore e provare un senso di realizzazione. Ma il sovrallenamento o il sovraffaticamento non è il rimedio per risultati duraturi e sostenibili senza lesioni o guasti.

In termini non scientifici (intendendo il mio), questa condizione significa che il tuo muscolo si sta rompendo più velocemente di quanto possa riparare. Si sperimenteranno crampi muscolari estremi e affaticamento e l’assunzione di acqua o elettroliti in eccesso non è sufficiente per aiutare questo problema. Stiamo parlando di un collegamento a uno stato IV per eliminare, si spera, le proteine ​​in eccesso dal sangue prima che raggiungano i reni per causare ulteriori danni.

Sintomi di rabdomiolisi

I sintomi possono variare, ma principalmente, “La ‘triade classica’ dei sintomi della rabdomiolisi sono :
– dolore muscolare alle spalle, alle cosce o alla parte bassa della schiena;
-debolezza muscolare o difficoltà a muovere braccia e gambe;
– urina rosso scuro o marrone o diminuzione della minzione “

Possono sorgere problemi con il fegato, si può sviluppare un battito cardiaco irregolare e, naturalmente, possono verificarsi danni ai reni. Se si manifesta uno qualsiasi dei segni o dei sintomi, è importante andare dal medico. Da lì, “Gli esami del sangue per la creatina chinasi, un prodotto della disgregazione muscolare, e gli esami delle urine per la mioglobina, un parente dell’emoglobina rilasciata dai muscoli danneggiati, possono aiutare a diagnosticare la rabdomiolisi (sebbene nella metà delle persone con questa condizione, il test della mioglobina può risultare negativo) ”.

Trattamenti della rabdomiolisi 

I tossicodipendenti a volte non sono consapevoli di esagerare. Le endorfine di un allenamento assassino sono come una droga. I movimenti ripetuti mettono a dura prova il corpo. Dopotutto, quando ci alleniamo stiamo abbattendo le fibre muscolari ed è la riparazione attraverso l’ipertrofia che vediamo in seguito i risultati. Tuttavia, se al corpo non viene concesso quel lasso di tempo per la riparazione, il guasto è continuo.

Incorporare anche un giorno di riposo e comprendere i pro ei contro di ciò che stai facendo, sono tutte comprensioni importanti che devi avere quando ti iscrivi. Calmati, ascolta il tuo corpo e, sebbene sia fantastico competere con te stesso e gli altri, fai del fitness un’abitudine e un viaggio.

Non compromettere il qui e ora per il lungo periodo. Quando un medico scrive una ricetta per “Nessun esercizio”, forse la sveglia sarà troppo tardi. Le abitudini sane non comportano una diagnosi spaventosa. Leoni e tigre e rabdomiolisi – Oh mio!!!!