Aiuto alla produttività – 3 modi sicuri per fallire ogni volta
Lo so, lo so. Il titolo di questo articolo è, beh, strano, per non dire altro. Dopo tutto, chi sano di mente vorrebbe fallire? Ebbene, la semplice verità è che Internet è piena di elenchi dei “10 migliori” su “come avere successo”, “come raggiungere il tuo massimo potenziale” e argomenti simili.

Tutti questi contenuti cercano di insegnarti come ottenere le massime prestazioni e ottenere risultati ottimali facendo appello al tuo lato proattivo. Esatto: fanno appello alla parte della tua mente che è guidata dal desiderio, dalla passione e motivata da speranze e sogni. In parole povere, lavorano sul lato positivo del tuo cervello. Il problema con un tale approccio è che, per la maggior parte, non tutti noi siamo sempre positivi e proattivi. Infatti, in molte situazioni, faremmo una mossa solo se le nostre spalle sono contro il muro. Tutti i discorsi positivi nel mondo non ci porteranno ad agire fino a quando ea meno che le chips non siano in calo. Benvenuto nel lato reattivo della mente umana. È interessante notare che, quando si tratta di ottenere risultati e portare a termine le cose, un approccio reattivo o negativo funziona meglio di un approccio proattivo o positivo. Questo articolo fa appello alla parte reattiva della tua mente. Dimentica per un momento le tue speranze e i tuoi sogni e concentrati sui seguenti atteggiamenti mentali e su come ti fanno fallire di volta in volta. Impara a riconoscerli e aggirali in modo da poter iniziare a ottenere i risultati ottimali desiderati.

Metodo di fallimento n. 1: non riuscire a credere pienamente in quello che stai facendo

Le persone che non riescono a raggiungere i propri obiettivi spesso falliscono perché sabotano se stesse. Non credono davvero completamente in quello che stanno facendo. In molti casi, dubitano di ciò che stanno facendo e stanno semplicemente eseguendo i movimenti. In fondo alle loro menti, si danno una “scappatoia”. Pensano a cose alternative o soluzioni alternative che potrebbero provare. Spesso sentono che stanno solo facendo qualcosa che è “il secondo migliore” o “meglio di niente”.
Se pensi a pensieri che erodono la tua fede in quello che stai facendo, non avrai mai successo. Il successo richiede concentrazione a tutti i livelli: fisico, mentale ed emotivo. Dopotutto, dove va la tua piena concentrazione, scorre tutta la tua energia. Quando stai ‘mantenendo le tue opzioni aperte’ pensando costantemente alle alternative mentre lavori su qualcosa, non riesci a dare il massimo. Il tuo cuore non è completamente dentro.

Non sorprenderti se le cose non vanno a buon fine. Non sei stato coinvolto fino in fondo e le cose hanno un modo di cadere a pezzi a causa della tua mancanza di fede. Come risolvi questo problema molto comune? Semplice. Brucia le tue navi dietro di te. Non dare a te stesso un’uscita. Non darti un’alternativa. Dì a te stesso che o riesci con questo particolare progetto o fallisci miseramente. Impegnati al cento per cento. Concentra le tue energie sul successo di qualunque cosa tu stia facendo. Ciò significa impegnare la nostra creatività e immaginazione per risolvere qualsiasi problema sorga. Non puoi farlo quando hai una mente doppia o sei confuso riguardo al tuo obiettivo.

gary-vaynerchuk-quotes-4

Metodo di fallimento n. 2: confondere l ‘”analisi” con l’azione

Pensare a qualcosa non è la stessa cosa che fare qualcosa. Questo sembra buon senso alla maggior parte delle persone, ma saresti sorpreso di quante persone confondono i due. Pensano che finché comprano un libro o materiale didattico su un’opportunità o un progetto e lo leggono, stanno “facendo” qualcosa. Assolutamente sbagliato.

Ottenere informazioni è fantastico. Fare la dovuta diligenza non è solo importante, ma cruciale. Assicurarti di avere abbastanza informazioni per prendere una decisione informata non è solo intelligente, è vitale. Detto questo, devi raggiungere un punto in cui premi il grilletto. Devi prendere una decisione e impegnarti.
Purtroppo, troppe persone hanno paura di questo, quindi si “confortano” del rischio che correranno ottenendo sempre più informazioni. Non finisce mai. Perché? Non puoi mai ottenere abbastanza informazioni. Non c’è proprio modo che tu possa essere completamente certo di avere tutte le informazioni sulla tua decisione.

Purtroppo, la “paralisi da analisi” porta al fallimento. Ogni singola volta. Come ha detto Wayne Gretzy, perdi il cento per cento dei colpi che non fai. Se cerchi di superare la paura che hai sui rischi di un particolare progetto effettuando ricerche e ricerche continue, non arriverai mai al punto in cui ti rendi conto di avere “abbastanza” informazioni per fare il grande passo. Perché? Stai “ricercando” non perché stai cercando una risposta. Stai cercando informazioni e “analizzando” perché hai paura di prendere una decisione e di impegnarti. La soluzione alla paralisi da analisi è semplice: esponi tutte le tue domande sulla decisione che stai cercando di prendere. Una volta trovate le informazioni che rispondono alle domande, non importa quanto a malapena, decidi di avere abbastanza informazioni e impegnati. Ascolta, non ci sono garanzie che avrai successo. Devi raggiungere un punto in cui senti di avere abbastanza informazioni per prendere una decisione informata. Finché la tua decisione è informata, è sufficiente.

Discorso motivazionale dell’imprenditore (The Self Made) – Scaricalo su iTunes, Google Play e Spotify ORA

Metodo di fallimento n. 3: concentrarsi sulla destinazione anziché sul viaggio

Il successo è un processo. È un viaggio che coinvolge molti colpi di scena, svolte e persino vere e proprie deviazioni. Se consideri il successo come una destinazione fissa, sarà troppo facile per te demotivarti e bruciarti. Come mai? Hai un’immagine fissa di come dovrebbe essere il successo. Se i risultati che stai ottenendo non corrispondono a quell’immagine, finisci per pensare che stai sprecando il tuo tempo. Se continui a ottenere risultati che non assomigliano ai risultati che hai nella tua testa, finisci per arrenderti. Questa è la cosa peggiore che puoi fare poiché l’unico modo per perdere è smettere. Se non ti arrendi, sei ancora in gioco. Chiaro?

Invece di definire il successo come il risultato alla fine di un processo, misura il successo in base a dove ti trovi nel processo di raggiungimento dei tuoi obiettivi. Ad esempio, se il tuo obiettivo è fare soldi online bloggando, la tua misura del successo quando inizi il tuo blog è ottenere con successo il tuo blog. Ciò significa che ti permetti di sentirti bene quando hai completato la configurazione del tuo blog e hai l’aspetto che stai cercando. Successivamente, quando hai iniziato a scrivere i post del tuo blog, la tua misura del successo dovrebbe essere se i post che scrivi sono materiali di alta qualità o meno. Una volta che i tuoi post raggiungono i tuoi standard di qualità, la tua prossima misura del successo dovrebbe essere quanto sono coinvolgenti misurati dai commenti che ottengono. Così via. Alla fine, la tua misura del successo sarebbe quanto guadagna il tuo blog. Ora, se dovessi iniziare il processo misurando immediatamente il successo del tuo blog in base al reddito quando stai ancora costruendo il tuo blog, ti stai preparando per il fallimento. Ti perderai d’animo e ti arrenderai rapidamente. Perché? È completamente irrealistico aspettarsi entrate a questo punto! Assicurati che la tua misura del successo cambi in base a dove ti trovi nel processo. Se ti concentri esclusivamente sul risultato o sull’obiettivo finale del tuo progetto, perderai rapidamente la tua determinazione e troverai troppa tentazione di smettere. Sia che stiano cercando di perdere peso, trovare qualcuno di nuovo, ottenere un nuovo lavoro, cambiare carriera o fare soldi, usare la metrica di successo sbagliata è uno dei motivi più comuni per cui le persone falliscono.

Tieni a mente i tre modi per fallire sopra quando lavori sui tuoi obiettivi. Assicurati di non iscriverti consciamente o inconsciamente a questi metodi. Hai sempre il controllo di ciò a cui scegli di pensare. Inizia a pensare in un modo che porti al successo invece che al fallimento e alla delusione.