La procrastinazione sta uccidendo le tue possibilità di successo?

Se hai risposto di sì e ti senti frustrato per quanto procrastini, non picchiarti. La procrastinazione esiste da molto più tempo di quanto probabilmente pensi.

Secondo un articolo di Psychological Science, la procrastinazione non è qualcosa di nuovo e non possiamo nemmeno incolpare Internet. La procrastinazione in una forma o nell’altra è stata menzionata per iscritto molte volte negli ultimi migliaia di anni!

Effetti collaterali della procrastinazione

È nella natura umana procrastinare in un modo o nell’altro. Ma quando inizia tutto?

Uno studio del 2007 con studenti universitari ha rilevato che dall’80 al 95% di loro procrastina regolarmente.

In questo studio, “I ricercatori hanno scoperto che all’inizio del semestre, gli studenti che erano procrastinatori riportavano meno malattie e livelli di stress inferiori rispetto ai non procrastinatori. La situazione è cambiata radicalmente alla fine del mandato, quando i procrastinatori hanno riportato livelli più elevati di stress e malattia “.

Inutile dire che probabilmente non hai bisogno di uno studio scientifico per sapere che la procrastinazione non ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi nella vita. Uno dei modi migliori per combattere la procrastinazione è suddividere i grandi compiti in piccoli pezzi di piccole dimensioni.

Dopo aver ridotto le attività, usa la tecnica del Pomodoro per aiutarti a portare a termine le cose.


Come utilizzare la tecnica del pomodoro

Allora qual è la tecnica del Pomodoro?

È un metodo di gestione del tempo sviluppato da Francesco Cirillo alla fine degli anni ’80. La tecnica utilizza un timer per suddividere il lavoro in intervalli, di solito di 25 minuti, seguiti da una breve pausa.

La parte migliore di questa tecnica è che è semplice e facile da fare. Tutto ciò di cui hai bisogno è un timer fisico che puoi acquistare su Amazon per iniziare.

Sebbene tu possa usare il tuo telefono, ho scoperto che questo porta a controllare i social media o la posta elettronica. Un timer fisico elimina la possibilità di perdere la forza di volontà e diventare dipendenti dal tuo telefono.

Secondo il loro sito web, ” Il creatore ei suoi sostenitori incoraggiano un approccio a bassa tecnologia, utilizzando un timer meccanico, carta e matita. L’atto fisico di avvolgere il timer conferma la determinazione dell’utente ad avviare l’attività; il ticchettio esternalizza il desiderio di completare l’attività; squillare annuncia una pausa. Flusso e concentrazione vengono associati a questi stimoli fisici “.

Per iniziare, acquista un timer, accendi il telefono in modalità aereo e mettiti al lavoro sulle cose che faranno progredire la tua attività e la tua vita.

Ecco come puoi farlo:

Passaggio 1: selezionare un’attività

Scegli un’attività che desideri portare a termine. Questo potrebbe essere grande o piccolo.

Potrebbe anche essere qualcosa con cui hai procrastinato ma sappi che devi finire. Scegli qualcosa che richieda il 100% della tua attenzione.

Passaggio 2: impostare il timer per 25 minuti

Prometti a te stesso che dedicherai i prossimi 25 minuti a un compito e non interromperti. Nessun telefono, notifiche o e-mail. 

Concentrati sulla presenza e sul coinvolgimento nel tuo compito.

Passaggio 3: immergiti

Immergiti nell’attività per i prossimi 25 minuti con tutte le notifiche, i messaggi e le e-mail fuori dalla vista. Se pensi a qualcosa che devi fare non correlato ai tuoi compiti, scrivilo su un foglio di carta separato.

Passaggio 4: fare una breve pausa

Dopo aver completato 25 minuti di lavoro profondo, fai una pausa per circa cinque minuti. Fai una passeggiata, fai stretching, controlla le notifiche, ecc.

Passaggio 5: risciacquare e ripetere

Una volta terminata la pausa, torna al prossimo compito importante. Ogni quattro Pomodoro, fai una pausa più lunga di 20-30 minuti o più.

Sono sicuro che se usi la tecnica del Pomodoro, finirai la procrastinazione una volta per tutte. Questo metodo è semplice, facile e sappi che ti aiuterà a fare di più per ottenere di più nella tua vita e nel tuo lavoro.