Questo è il motivo per cui non dovresti guardare il tuo telefono per prima cosa al mattino – Jim Kwik

Relatore: Jim Kwik
Intervista completa: Tom Bilyeu

Trascrizione:

– [Jim Kwik] Penso che una delle cose che è veramente potente, è che molte persone danno via la loro sovranità e il loro potere per prima cosa al mattino. La prima cosa al mattino, prenderanno il telefono e controlleranno tutto, perché il modo in cui è impostato, stanno ottenendo le loro correzioni di dopamina e sta davvero ricablando il loro cervello. Quindi li sta allenando solo per essere distratti tutto il tempo.

– [Tom Bilyeu] Com’è la tua routine mattutina? Come evitare di cadere nella trappola di prendere il cellulare giusto e lasciare che sia il mondo a dettare la legge?

– [Jim Kwik] Ok, quindi, mi piace davvero gestire la mia prima ora del giorno e l’ultima ora del giorno. Perché è quello che posso controllare. A volte, quando vado in ufficio, le cose ti colpiranno e cose del genere. Ma qui, quando ti svegli, invece di prendere il telefono, prima di tutto lo tengo sempre, in realtà non tengo il telefono, non tocco il telefono per la prima ora, perché il problema è, quando controlli, attraverso la tua posta elettronica, ad esempio, tutto ciò che stai addestrando è solo come rispondere. Quando reagisci alle richieste di tutti gli altri che hanno per te. Tutte le richieste delle cose che ti stanno inviando. E quindi è qualcosa a cui non voglio allenare il mio cervello. Medito 20 minuti al mattino e ho un bicchiere pieno d’acqua, pianifico la mia giornata, mi limito a scrivere tre cose di lavoro su cui volevo potermi concentrare, e poi tre cose personali. E questa è una vittoria per me. Non devo passare attraverso una lista di controllo di 200 cose. Se faccio solo queste tre cose, è una vittoria per me. Anche Will Smith, dice le due cose più importanti, corre e legge ogni giorno. Fai qualcosa fisicamente e qualcosa mentalmente per essere in grado di mantenerti impegnato e attivo. 

Ci sono così tante distrazioni e ci sono così tanti nemici là fuori. E sta letteralmente ricablando il nostro cervello. Anche i social media, le sfide con questi termini come la depressione di Facebook e tutto il resto.

– [Tom Bilyeu] Che cos’è?

– [Jim Kwik] Questa è la depressione dei social media perché è dove tutti guardano il loro feed e confrontano le loro vite con quelle di altre persone, i punti salienti delle vite di altre persone.

E in realtà c’è meno soddisfazione per la vita, più tristezza, depressione e cose del genere, perché tutti si confrontano con le altre persone. Ed è una sfida, si passa sempre più tempo lì. Questi dispositivi sono creati per farti letteralmente sobbalzare con la dopamina, darti queste soluzioni. 

E inoltre, l’altro motivo per cui vuoi organizzare la tua vita che è importante è perché molte persone oggigiorno, oltre al sovraccarico e all’eccitazione che tutti proviamo per le richieste, è qualcosa chiamato affaticamento decisionale. E l’affaticamento decisionale sta dicendo, le ultime ricerche dicono che puoi prendere solo una certa quantità, una certa quantità, di buone decisioni al giorno. E poi dopo, non puoi. E così alla gente piace, anche semplicemente, hai sentito che Mark Zuckerberg o Tony Shey indossano gli stessi vestiti ogni singolo giorno. La stessa felpa, le stesse magliette di Zappos, e tu chiedi loro, e non la stessa cosa, hanno tutto il loro guardaroba, 20 di loro, ma il motivo è perché non vogliono sprecare una decisione su cosa dovrei indossarli oggi quando potrebbero lavorare sulle cose per cui sono più entusiasti. 

Credo che dopo una certa quantità di sforzo concentrato, le persone soffrano di affaticamento mentale, ed è lì che commettono più errori. È lì che le persone si accorciano con il loro carattere, è lì che le persone prendono meno delle migliori decisioni di sempre, solo a causa della stanchezza e dell’esaurimento. Perché sono stati così concentrati nel fare certe altre attività e così via.