Supera ogni paura che hai in soli 2 passaggi: John Assaraf

In questo potente video, allenatore di successo di fama mondiale, esperto di cervello e autore di best seller, John Assaraf ti parla attraverso 2 semplici passaggi che puoi compiere subito per superare qualsiasi paura che possa trattenerti. RICORDA IL TUO CERVELLO – Il webinar gratuito di John qui.

Supera ogni paura che hai in soli 2 passaggi – John Assaraf su YouTube:

RICAVI IL TUO CERVELLO PER IL SUCCESSO! Webinar gratuito di John Assaraf qui.


John Assaraf – Distruggi ogni paura che hai in soli 2 passaggi – Trascrizione

Ehi, sono John Assaraf.

È possibile girare e usare la tua paura come carburante per guidare il successo?
La risposta è SI… e ti mostrerò tra un momento come farlo.

Ma tutto questo derivava da un incontro che ho avuto con un mio caro amico, il dottor Srini Pillay di Harvard, che è uno psichiatra di fama mondiale ed esperto di imaging cerebrale e lui e io ci siamo conosciuti all’Harvard Club e stavamo parlando di come
i 50 diversi tipi di paure impediscono alla maggior parte delle persone di raggiungere il successo che desidera.

Quando io e lui abbiamo iniziato a parlare della paura e del cervello, è diventato molto evidente per me che la maggior parte delle persone non ha idea di cosa sia la paura e per non parlare di cosa fare quando provano paura, quindi permettimi di condividere con voi alcuni esempi:

Diciamo che hai paura di parlare in pubblico. È davvero una paura di parlare in pubblico quella che hai? O è la paura di salire sul palco e di essere imbarazzati e vergognosi, ridicolizzati o giudicati?

Lascia che ti porti a un altro tipo di paura. Essere sepolto vivo.

Riesci a immaginare per un momento se c’è stato un terremoto, o un disastro naturale e in qualche modo sei stato sepolto vivo? Non innescherebbe questa folle quantità di paura di morire mentre sei sepolto vivo?

Ora perché ti porto lì? Ti porto lì perché la paura è un trigger inconscio ogni volta che ci sentiamo minacciati e la minaccia potrebbe essere una minaccia per le nostre stesse vite e quando ciò accade ci spostiamo in una delle quattro modalità e la modalità numero 1 è che cerchiamo di combattere questa sensazione. Il numero 2 è che ci congeliamo perché eravamo così scioccati. Numero 3, potremmo svenire a causa della neurochimica causata dalla paura o potremmo scappare se riusciamo a scappare.

Ora queste reazioni neurologiche sono il modo in cui il nostro cervello ci tiene al sicuro, che è il bisogno e il desiderio più alto del cervello: la sicurezza prima di tutto.


Quindi, quando stiamo cercando di raggiungere un obiettivo che vogliamo raggiungere e non importa se si tratta di avviare un’impresa, far crescere un’impresa o lasciare una relazione in cui non sei felice o un lavoro che tu ‘ sei infelice in… ogni volta che pensiamo al comportamento effettivo necessario per raggiungere quell’obiettivo, una volta che siamo motivati ​​a farlo, questa è la parte 1 di come funziona il nostro cervello, ma subito dopo, il nostro cervello deve analizzare se c’è qualcosa di reale di pericolo immaginato associato a quella fase di azione.

Quindi, se stai per lasciare una relazione in cui non sei felice, il tuo cervello attiverà i circuiti della memoria e scoprirà cosa c’è dentro che potrebbe averti causato dolore e sofferenza in passato.

E quando ciò accade, che sia una relazione che vuoi lasciare, un lavoro che vuoi lasciare, un obiettivo che vuoi raggiungere… il tuo cervello analizza sempre se c’è qualche pericolo qui… e quando c’è un pericolo reale o immaginario l’amigdala parte del cervello, il centro di risposta emotiva nel cervello emetterà una quantità incredibile di sostanze neurochimiche come il cortisolo, l’adrenalina o la norepinefrina ed è quel flusso di quei neurochimici che causa questa emozione: l’energia in movimento che etichettiamo come paura.

Ora, una volta che hai quel flusso di sostanze neurochimiche nel tuo flusso sanguigno, che in realtà ti dà un’enorme quantità di energia, ciò che la maggior parte delle persone non ha mai imparato a fare è come prendere quell’energia e incanalarla verso l’azione invece di combatterla, congelarla o scappare via.

E quindi ecco due piccole tecniche che io chiamo Innercises e sono basate sul mio nuovo libro chiamato Innercise – la nuova scienza per sbloccare il potere nascosto del tuo cervello – e funziona così:

Quando scrivi un obiettivo che vuoi raggiungere e scrivi una paura che potresti avere nel raggiungerlo… quindi potrebbe essere una paura di fallire, una paura di riuscire e poi fallire, una paura di fare del tuo meglio e questo non essere abbastanza bravo e questo ti farà essere imbarazzato, vergognoso, ridicolizzato, giudicato ecc.

Quando riconosci una paura, voglio che tu faccia questo: Innercise numero 1, si chiama Take 6 Calm the Circuits.

Quando le sostanze neurochimiche della paura vengono rilasciate nel cervello, hai attivato il centro di risposta alla paura o allo stress nel cervello.

Quando osservi semplicemente l’emozione chiamata paura rimanendo in silenzio e respirando 6 volte attraverso il naso ed espirando durante il tuo mese in questo modo:
fai un respiro profondo per 5 secondi, espiri come se stessi soffiando attraverso una cannuccia… e se lo fai 5 secondi in 5 secondi, con 6-10 respiri, disattiverai il centro di risposta alla paura e questo in realtà riattiverà il tuo centro di pensiero nel tuo cervello in modo che tu possa passare al numero di Innercise 2.

Innercise numero 1 è Take 6 Calm the Circuits… Innercise numero 2 si chiama AIA

AIA e che sta per consapevolezza. Intenzione. Azione.

Quindi ecco come lo fai; dopo che hai fatto il primo Innercise, poi ti sposti in Innercise numero 2 e poi ti chiedi in uno stato calmo e rilassato:
cosa sto pensando in questo momento?
Cosa sto provando adesso?
Sono calmo o sono teso?
Sto respirando
profondamente o in modo superficiale?
Il mio battito cardiaco è veloce o lento?

E in questo stato di calma consapevolezza mentre disattivi la paura del cervello o la risposta allo stress, puoi osservare quello che senti e quello che stai pensando e quello che stai facendo e poi puoi chiederti la prossima domanda che è l’io – Che cos’è la mia intenzione adesso?

La mia intenzione è di andare avanti o è la mia intenzione di rimanere in questo stato di paura? E probabilmente dirai: beh, voglio davvero andare avanti.

E poi ti chiedi: qual è un passo d’azione che posso compiere per andare avanti verso il mio obiettivo e il mio sogno.

Quindi è così che funziona: dopo aver eseguito l’Innercise numero 1 per calmare i circuiti e disattivare lo stato reattivo che la paura provoca e poi si passa al secondo Innercise chiamato AIA per passare allo stato reattivo consapevolezza-intenzione-azione ora mette hai il controllo di essere consapevole della paura, di essere consapevole di ciò che stavi pensando e quindi di essere nella scelta di ciò che vuoi fare.

Quindi, quando combini questi 2 esercizi, stai riconfigurando la rete neurale nel tuo cervello attorno all’obiettivo che vuoi raggiungere e invece di permettere al pericolo reale o immaginario di controllarti o di fermarti sulle tue tracce, fai un’azione entrare in uno stato calmo e questo ricablerà il tuo cervello, in modo che la stessa reazione non ti trattenga più e che ora sei in grado di usare la paura come carburante per il successo.

Ora, l’altra cosa che puoi usare qui è solo un piccolo trucco in più: dicono che perché ho paura di x, yo z, agirò comunque per superare la paura.

E quando scegli un piccolo passo d’azione, non 10 o 20, ma 1 piccolo passo d’azione verso ciò che vuoi ottenere, neutralizzerai quella paura nel tempo, perché sei vittorioso sulla paura, contro una vittima della paura.

La paura è una risposta neurologica a una minaccia reale o immaginata. Il più delle volte è immaginato a causa di qualcosa che accade nella tua banca della memoria che hai letto o sentito, o sperimentato, ma voglio che tu sia in grado di fissare la paura in faccia in modo calmo e scegliere il tuo percorso in avanti per usare la tua paura come carburante.

Ecco il tuo suggerimento per la giornata, spero ti sia piaciuto.