Non motivato al lavoro? Potresti essere il problema?

La maggior parte di noi ha avuto quei giorni in cui troviamo più difficile del solito trascinarci al lavoro la mattina – quei giorni di solito si chiamano lunedì. Alcuni sembrano non avere mai questo problema, mentre altri soffrono di una grave mancanza di motivazione a svolgere al lavoro.

Se rientri in quest’ultima fascia, sii onesto e chiediti se il problema è il tuo datore di lavoro o il problema è proprio di te? Quanto sei autodidatta? Cerchi attivamente l’aiuto e / o la guida di cui hai bisogno?

Molto raramente troverai quelli che hanno avuto successo trovare scuse per il fallimento e avranno sopportato molti fallimenti. Trovare quella motivazione in più non può venire da nessun altro oltre a te stesso – molto semplicemente, se non sei disposto a lavorare per qualcosa per migliorare te stesso, nessun livello di beneficio finanziario rettificherà la tua situazione.

Crescita personale

Stai facendo qualcosa per migliorare te stesso? Non solo come lavoratore, ma come individuo a tutto tondo? In caso contrario, ecco il tuo primo consiglio: esci e sfida te stesso. Che sia sul posto di lavoro alla ricerca dell’opportunità di assumersi responsabilità extra o qualcosa al di fuori del proprio posto di lavoro, mettersi alla prova migliora la fiducia, la motivazione e l’apprezzamento per ciò che si sta facendo.

Niente che valga la pena di fare è facile, quindi se / quando colpisci il tuo primo ostacolo non cedere. Valuta la situazione e affronta le avversità: è qui che risiede la vera sfida e il duro lavoro. Il motivo per cui soffri di mancanza di motivazione potrebbe essere che non ti stai sfidando abbastanza.

Sii un self-starter

Sei il tipo di persona che aspetta di sentirsi dire cosa fare? Sei la persona che distoglie lo sguardo, cercando disperatamente di non stabilire un contatto visivo quando il tuo capo sta cercando qualcuno che prenda l’iniziativa di un progetto? Se è così, questo potrebbe essere un altro fattore che contribuisce alla tua mancanza di motivazione.

In generale, ci sono due diversi tipi di lavoratori: proattivo e reattivo. Un lavoratore proattivo si occuperà dei progetti, traccerà ogni fase e cercherà la prossima opportunità. Al contrario, un lavoratore reattivo è guidato quasi in ogni fase del percorso e, quando il suo programma è quasi vuoto, probabilmente non sarà disponibile a meno che non gli venga chiesto.

Le persone più motivate sul posto di lavoro sono quelle che si rifiutano di stabilirsi e sono sempre alla ricerca della prossima grande novità. La prossima volta che si presenta un’opportunità, afferrala con entrambe le mani e corri con essa.

Vuoi di più?

La ragione della tua mancanza di motivazione è il fatto che vuoi di più dalla vita di quello che hai attualmente? Se è così, invece di cercare di scalare la scala della carriera, uscire da solo potrebbe essere esattamente ciò di cui hai bisogno.

Ci sono molte ragioni per cui le persone si mettono sulla strada dell’imprenditorialità, la principale delle quali è la soddisfazione. Troppe persone sono semplicemente insoddisfatte del loro lavoro 9-5 e sognano di possedere una propria attività. Sebbene sia un passo spaventoso, soprattutto per qualcuno senza esperienza imprenditoriale, potrebbe anche essere la cosa migliore che tu abbia mai fatto.

Senza la rete di sicurezza di un pack check garantito che ti cade in grembo alla fine di ogni mese, avrai tutta la motivazione di cui hai bisogno per fare tutto il possibile per far funzionare la tua attività. Se questo suona come qualcosa che ti parla, assicurati di affrontare l’imprenditorialità nel modo giusto: prepara un piano aziendale, risparmia e chiedi consiglio alle persone giuste.

Qualunque cosa tu faccia, fallo per te stesso

Migliorare noi stessi è sempre una buona cosa, ma se non lo facciamo per noi stessi, è probabile che semplicemente non avremo la motivazione o la spinta a perseverare con esso. Quando facciamo qualcosa per noi stessi, lo possediamo e, di conseguenza, diventiamo una persona migliore per questo.