Cos’è più importante? Intelligenza o duro lavoro? Cervello o etica del lavoro?

“La separazione tra talento e abilità è uno dei più grandi concetti fraintesi per le persone che cercano di eccellere, che hanno sogni, che vogliono fare le cose. Talento che hai naturalmente. L’abilità si sviluppa solo con ore, ore e ore di battitura sul tuo mestiere. ” – Will Smith



Entriamo nel dibattito più comune quando si tratta di successo. Le persone hanno successo perché sono intelligenti o per il loro duro lavoro?

Ci immergeremo in entrambi i lati dell’argomento senza alcun pregiudizio.

A) Cervello / Intelligenza

Per prima cosa, definiamo cosa significa “cervello” in questo contesto. Cervello significa intelligenza. Significa essere intelligenti o ben istruiti in un campo particolare, come gli affari o lo sport, ma anche essere intelligenti in generale, come concorrenti.

Dentro la mente di Michael Jordan

Michael Jordan è considerato da molti il ​​caprone del gioco del basket. È molto intelligente quando si tratta di basket. Questo è il motivo per cui ha istinti rapidi e un’intelligenza cinestesica del corpo acuta: la capacità di usare il movimento del corpo a proprio vantaggio.

Ma usa anche la sua intelligenza in modo generale, osservando i fattori ambientali e indovinando cosa succederà dopo nel gioco. Usa anche l’intelligenza interpersonale e l’intelligenza linguistica per guidare gli altri giocatori sia durante che prima della partita.

Si può apprendere l’intelligenza?

Può un giocatore medio ottenere i diversi tipi di intelligenza con il duro lavoro e la forza di volontà? Probabilmente non al livello di Michael Jordan. Ma si può certamente salire in cima se sono determinati e disposti a trovare un modo.

Guardala in questo modo: se hai un’intelligenza straordinaria nel campo prescelto come Michael Jordan ma non lavori duro, perderai contro la persona che ha un’intelligenza media e lavora ancora sodo.

B) Etica del lavoro / duro lavoro

“Non mi sono mai veramente considerato particolarmente talentuoso. Dove eccelso è un’etica del lavoro ridicola e disgustosa. Sai, mentre l’altro ragazzo dorme, io lavoro. Mentre gli altri mangiano, io lavoro. ” – Will Smith

Non importa quanto sei intelligente, se non lavori sodo, non sarai mai in grado di creare nulla di straordinario. Come mai? Perché il talento è la capacità di imparare qualcosa molto velocemente. Ma ciò non significa che non dovrai metterti al lavoro . Significa solo che la tua mente è naturalmente attratta dal tuo mestiere, quindi puoi imparare più velocemente di altri.

L’intelligenza può essere sviluppata utilizzando il feedback

Il duro lavoro è lo slancio. L’intelligenza è la direzione. Entrambi lavorano in tandem per raggiungere l’obiettivo. L’intelligenza conosce la direzione. Ma il duro lavoro può ancora scoprire la direzione con tentativi ed errori. 

L’intelligenza è sapere cosa fare. Ma il duro lavoro è l’ esecuzione. Le persone che lavorano duramente ottengono feedback dai loro sforzi. Tale feedback li informa su cosa funziona e cosa no. Ed è così che sono in grado di far crescere la loro intelligenza nel campo pertinente.

Come dice Elon Musk, “Presta davvero attenzione al feedback negativo e sollecitalo, in particolare dagli amici…. Quasi nessuno lo fa ed è incredibilmente utile. “

Il successo è 80% psicologia, 20% strategia

David Goggins, noto come l’atleta più duro del pianeta, afferma che dobbiamo avere le capacità non cognitive per raggiungere la grandezza. Significa che puoi avere un cervello medio (capacità cognitive), ma se incorpori disciplina, determinazione, integrità e perseveranza, diventerai grande.

Questo è anche simile a quello che  dice Tony Robbins : il successo è 80% psicologia, 20% strategia. Non si tratta di quanto sia buono il tuo gioco, ma di quanto sei affamato, determinato e concentrato.

Quindi cosa pensi sia più importante: il cervello o l’etica del lavoro? Intelligenza o duro lavoro?

Fateci sapere nei commenti qui sotto!

CORRELATI: IL LAVORO DURO BATTE IL TALENTO