Alcune cose folli sono successe ai Mondiali, il più grande torneo sportivo del mondo. Diamo uno sguardo ad alcuni dei momenti più incredibili nella storia della Coppa del Mondo. Cosa ne pensate delle nostre selezioni?

10. Gordon Banks “Save Of The Century” da Pelé, 1970 – I momenti più incredibili nella storia della Coppa del mondo

Nella fase a gironi della Coppa del Mondo del 1970, i detentori dell’Inghilterra hanno affrontato il Brasile vincitore in una partita che ha visto il portiere Gordon Banks tirare fuori un’incredibile parata di Pelé. Il colpo di testa in ribasso della leggenda brasiliana è apparso destinato in fondo alla rete fino a quando Banks, in tuffo alla sua destra, ha prodotto una parata di proporzioni miracolose.

Nessun salvataggio è mai stato così celebrato in Inghilterra e il tuffo di Banks viene regolarmente definito il “salvataggio del secolo”. L’Inghilterra ha perso la partita 1-0.

9. Michael Owen del Liverpool stordisce il mondo – Gol contro Argentina 1998

Al 16 ‘, ha raccolto un passaggio di David Beckham dal centrocampo, ancora nel cerchio centrale. Il suo primo tocco con l’esterno dello stivale è stato sublime, allontanandolo da Jose Chamot. La sua velocità non poteva essere eguagliata dal difensore, ma è anche riuscito a rimanere forte nonostante la pressione fisica di Chamot.

Il primo compito è stato affrontato, poi ha affrontato Ayala in una situazione uno contro uno. Owen spinse la palla oltre di lui e schizzò oltre di lui con un movimento rapido, portandolo completamente fuori dal gioco. Ora in area di rigore, e con Carlos Roa che restringeva l’angolo, doveva ancora finire – e lo fece, colpendo la palla alta e attraverso il portiere, nell’angolo in alto a destra.

Era l’obiettivo di portare l’Inghilterra avanti, ma anche l’obiettivo che ha fatto prendere nota al mondo. Ayala e Chamot erano due dei migliori difensori della Serie A e Owen li aveva smontati.

8. Gol annullato da Lampard – I momenti più incredibili nella storia della Coppa del Mondo

Il gol annullato dal centrocampista inglese Frank Lampard nella sconfitta per 4-1 contro la Germania negli ottavi di finale della Coppa del Mondo 2010 quando ha colpito la traversa e ha superato nettamente il traguardo.

L’arbitro uruguaiano e il guardalinee non sono riusciti a vedere nulla e il gioco è continuato un minuto dopo che Matthew Upson ha segnato un colpo di testa per dare un punteggio di 2-1. Alla fine, la Germania vinse 4-1 l’Inghilterra e passò ai quarti di finale al Free State Stadium.

7. Il Camerun ha battuto i campioni dell’Argentina, 1990 – I momenti più incredibili nella storia della Coppa del Mondo

Prima della Coppa del Mondo del 1990 nessuna squadra africana aveva mai superato il primo turno e il Camerun non aveva mai vinto una partita ai Mondiali.

Il Camerun ha chiuso questa partita 1-0 con nove uomini dopo essere riuscito in qualche modo a tenere a bada i campioni in carica dell’Argentina, producendo così uno dei più grandi shock nella storia della Coppa del Mondo.

Gli argentini erano dalla parte sbagliata di un trattamento duro offerto dai giocatori del Camerun, uno dei momenti migliori è stato Claudio Caniggia che ha scuoiato con grazia più giocatori prima di essere falciato duramente da Benjamin Massing.

6. Celebrazione del gol di Marco Tardelli nella finale, 1982 – I momenti più incredibili nella storia della Coppa del Mondo

Ci sono poche nazioni sulla Terra che rivaleggiano con la passione per il gioco mondiale che gli italiani possiedono. Se basta un solo promemoria di come il calcio possa suscitare le emozioni la celebrazione di Marco Tardelli dopo aver messo la sua squadra sul 2-0 nella finale di Coppa del Mondo contro la Germania Ovest ci ricorda che per alcuni il calcio è più di un gioco.

Il centrocampista italiano Marco Tardelli, sapendo che il suo obiettivo avrebbe probabilmente visto l’Italia sollevare il trofeo della Coppa del Mondo 44 anni dopo il loro ultimo trionfo, ha celebrato un gol come nessun altro. Correndo verso la panchina, fu completamente sopraffatto, urlando e piangendo mentre ringraziava il cielo per il suo obiettivo.

E per una volta la fortuna dei tedeschi è finita: hanno perso 3-1 e l’Italia è diventata campione del mondo.

5. Roberto Baggio rigore 1994 nella finale di Coppa del Mondo – I momenti più incredibili nella storia della Coppa del Mondo

In uno dei momenti più strazianti della storia della Coppa del Mondo è arrivato il calcio finale della finale dei Mondiali del 1994.

Roberto Baggio il ‘Divine Ponytail’, il mago italiano. All’epoca l’attaccante più letale del calcio mondiale. Ammirato da tutti coloro che hanno guardato il calcio in tutto il mondo. Roberto si è fatto avanti per prendere l’ultimo calcio di rigore necessario per segnare per mantenere l’Italia con la possibilità di alzare il trofeo della Coppa del Mondo.

Con il peso di una nazione sulle spalle, Baggio ha mandato la palla a vela oltre l’angolo in alto a sinistra della porta. Un’oscillazione del piede che probabilmente lo tiene ancora sveglio la notte.

4. Finale di Coppa del Mondo 2006 in rosso di Zidane See – I momenti più incredibili nella storia della Coppa del mondo

In uno dei momenti più scioccanti e controversi della storia del calcio, Zinedine Zidane, presumibilmente offeso da qualcosa che il difensore italiano Marco Materazzi aveva detto si voltò per affrontare il suo avversario e colpì violentemente Materazzi durante i tempi supplementari della finale della Coppa del Mondo 2006.

Era l’ultima partita internazionale di “Zizou”, dopo aver annunciato il suo ritiro, uno dei calciatori più incredibilmente talentuosi di tutti i tempi è uscito in modo bizzarro. Zidane è uscito solennemente dal campo oltre il Jules Rimet Trophy sapendo che non avrebbe mai avuto un’altra possibilità di possederlo. La Francia ha perso 5-3 ai calci di rigore.

3. 200.000 Guarda l’Uruguay battere il Brasile, 1950

In un’epoca in cui il calcio non era solo una questione di vita o di morte, era molto più importante di quello. Probabilmente due delle nazioni calcistiche più appassionate della Terra hanno bloccato le corna. Il formato nel 1950 era leggermente diverso con i vincitori dei quattro gruppi che entravano in un’altra fase a gironi per decidere il vincitore.

All’inizio della partita, il Brasile doveva solo pareggiare per vincere la Coppa del Mondo dopo aver demolito Svezia e Spagna rispettivamente 7-1 e 6-1. Erano fiduciosi della vittoria con molti giornali locali (il torneo si è svolto in Brasile), stampando la loro vittoria in anticipo. Ma l’Uruguay aveva altre idee.

Di fronte a un pubblico record di quasi 200.000 spettatori all’Estadio do Maracana, il Brasile è andato a zero dopo un gol del Friaca subito dopo l’intervallo. L’Uruguay ha risposto da dietro con due gol negli ultimi 25 minuti di Juan Alberto Schiaffino e Alcides Ghiggia.

Pelé che all’epoca aveva 10 anni stava guardando la partita con suo padre, il risultato fece  piangere il padre di Pelé, Dondinho. Così commosso dalla dimostrazione di emozione di suo padre,   Pelé ha giurato che avrebbe riportato il trofeo della Coppa del Mondo in Brasile Avrebbe quindi vinto tre dei successivi cinque Mondiali, diventando il più grande giocatore della storia nel processo.

2. Spettacolare debutto di Pelé: Svezia 1958 – I momenti più incredibili nella storia della Coppa del Mondo

All’inizio dei Mondiali del 1958 in Svezia, il mondo del calcio internazionale non aveva idea che una leggenda stava per emergere.

Si chiamava Pelé e all’epoca era un diciassettenne sconosciuto proveniente dai famigerati bassifondi del Brasile. Dopo aver saltato le prime partite a causa di un infortunio al ginocchio, Pelé ha finalmente visto l’azione contro l’Unione Sovietica. La sua presenza sul campo è aumentata solo da lì. Pelé ha segnato il gol della vittoria nei quarti di finale contro il Galles e una tripletta nella semifinale contro la Francia.

Come il più giovane giocatore ad apparire nella Coppa del Mondo, Pelé ha segnato un quinto gol nella vittoria del campionato brasiliano contro la Svezia ospitante e sarebbe diventato il calciatore più famoso di tutti i tempi.

1. Il gol della “Mano di Dio” e il “Miglior gol della Coppa del Mondo” di Diego Maradona nella stessa partita!, 1986

In questo scontro tra Argentina e Inghilterra, una cattiva intercettazione ha sollevato in aria il pallone in modo seducente tra il portiere inglese Peter Shilton e il genio argentino Maradona.

Maradona è arrivato per primo alla palla e ha usato la mano – piuttosto che la testa – per colpire la palla in rete. Nonostante le proteste dei giocatori dell’Inghilterra, l’arbitro non aveva visto l’incidente e il gol è rimasto fermo. Divenne nota come la “Mano di Dio”.

Maradona ha poi segnato il suo obiettivo meraviglioso (vedi sotto), e l’Argentina è andata fino in fondo per vincere la finale contro la Germania Ovest. Non molto tempo dopo che il famigerato minuscolo argentino aveva preso a pugni la sua squadra in avanti con il suo gol “Mano di Dio”, Maradona ha poi segnato uno dei più grandi gol mai visti sulla scena mondiale. Raccogliendo la palla nella propria metà campo, Maradona ha battuto tutti i giocatori che si trovavano sulla sua strada prima di infilarla oltre il debole Peter Shilton. Semplicemente geniale.

BONUS David Beckham porta l’Inghilterra alla Coppa del Mondo da solo

Dopo una campagna di qualificazione poco brillante, l’Inghilterra stava affrontando la possibilità di non qualificarsi nemmeno per la Coppa del Mondo. La data era il 6 ottobre 2001 e l’Inghilterra aveva bisogno di almeno un pareggio nello scontro di qualificazione finale contro la Grecia per qualificarsi per la Coppa del Mondo. Nonostante abbia lanciato tutto contro la Grecia si sono ritrovati 2-1 sotto e ad affrontare una certa eliminazione.

Fino al 93 ° minuto. Il calcio finale. L’ultima possibilità. Con solo pochi secondi rimanenti.

Capitano Beckham. Era fare o morire. La pressione era schiacciante. Il resto che dicono è storia mentre Beckham ha arrotolato la palla nell’angolo in alto a sinistra, l’intera Inghilterra è esplosa di gioia e sollievo.