Come rompere le vecchie abitudini e formare persone positive

Le cattive abitudini interrompono e disturbano costantemente la tua vita. Ti impediscono di raggiungere i tuoi obiettivi. Sono un ostacolo su più di un livello. Sprecano il tuo tempo, la tua energia e possono effettivamente mettere in pericolo la tua salute. Questo pone la domanda: perché ne prendiamo ancora parte sapendo che ci stanno trascinando verso il basso e sapendo che potremmo svolgere così tante attività più produttive con il nostro tempo?

In molti casi, le cattive abitudini si formano perché siamo stressati o annoiati, e queste abitudini offrono una forma di evasione o distrazione e sono semplicemente un modo per affrontare lo stress o la noia. Questo vale per bere troppo durante il fine settimana, saltare la corsa serale o la palestra dopo il lavoro, o anche qualcosa di banale come mangiarsi le unghie. Pensa all’ultima volta che hai avuto un po ‘di tempo libero, sapevi che avresti potuto prendere una matita e fare pratica con il disegno, ma invece hai scelto di guardare le serie. Tuttavia, non deve essere così. Ci sono molti modi in cui puoi insegnare a te stesso a ristrutturare le tue abitudini attorno ad attività che promuovono la crescita e la creatività.

Riconoscere e rompere le cattive abitudini

Il primo passo per sbarazzarsi di una cattiva abitudine è riconoscerla. Queste abitudini conferiscono senza dubbio una sorta di beneficio percepito, che sia emotivo, sollievo dalla noia o distrazione da una situazione stressante. Un esempio di ciò sarebbe controllare costantemente il tuo feed Instagram invece di studiare. Una volta riconosciuta una cattiva abitudine, la risposta più logica sarebbe quella di abbandonarla immediatamente. Tuttavia, questo metodo ha un tasso di successo molto basso. Cessare bruscamente un certo comportamento o abitudine – diventare un tacchino freddo – è estremamente difficile da mantenere. La procedura corretta dovrebbe essere quella di svezzarti lentamente dall’abitudine o di sostituirla del tutto con un’abitudine più positiva che fornisce un beneficio simile. Ad esempio, se lo stress ti fa desiderare di bere qualcosa per rilassarti, dovresti trovare un’abitudine più produttiva per sostituire il bere che ti aiuterà ad alleviare lo stress.

Puoi anche provare a eliminare i trigger che tendono ad avviare la tua cattiva abitudine. Se ti ritrovi a guardare il telefono troppo spesso, posizionalo in un’altra stanza mentre lavori. Se stai cercando di ridurre il consumo di alcol e fumo, evita di andare nei bar per un po ‘. Sopra ogni altra cosa, non abbatterti se non scivolare su e regredire un po ‘. Dopotutto, siamo tutti umani e siamo costretti a commettere errori di tanto in tanto. La parte importante è tornare in pista il più rapidamente possibile e non lasciare che un piccolo incidente annulli tutto il duro lavoro che hai già svolto.

Come costruire nuove abitudini

Una volta che hai rotto la tua vecchia abitudine, è ora di costruirne una nuova. Non è così semplice come potrebbe sembrare. Costruire nuove abitudini richiede una notevole quantità di tempo, disciplina e duro lavoro, soprattutto per mantenere l’abitudine. Un buon punto di partenza è scrivere i tuoi obiettivi o le tue intenzioni. Questo non è un elenco di risoluzioni per il nuovo anno che fai una volta e poi ti dimentichi: è un elenco giornaliero di obiettivi che vuoi raggiungere. Pertanto è necessario identificare gli obiettivi che si desidera raggiungere e suddividerli in passaggi raggiungibili che è possibile elencare e spuntare.

Carta e penna sono il modo più ovvio per farlo, ma molte persone si rivolgono a blog e siti Web come mezzo per documentare ciò che sperano di ottenere e costruire nuove abitudini. Bloggare significa che puoi condividere il tuo viaggio con persone che la pensano allo stesso modo, che possono contemporaneamente ispirare gli altri e incoraggiarti a mantenere i tuoi impegni. Ricorda solo che documentare le tue intenzioni non è l’obiettivo finale, è solo un framework che viene utilizzato per garantire che tutto proceda come pianificato.

Perseguire i tuoi obiettivi

Una volta annotato ciò che vuoi ottenere, è il momento di implementarlo… lentamente. Forse la causa più comune di fallimento quando si inizia una nuova abitudine è tuffarsi a capofitto in essa, eccellere per la prima settimana e poi diminuire lentamente fino a tornare al punto di partenza. È quindi importante iniziare con piccoli pezzi e diventare un’abitudine.

Se desideri iniziare a correre, tentare immediatamente un percorso di 10 km dopo il lavoro ogni giorno finirà rapidamente per esaurimento e fallimento. Invece, suddividilo in distanze più piccole e più gestibili. Prova a correre 2 km ogni giorno dopo il lavoro per una settimana e da lì aumenta la lunghezza. 2,5 km la settimana successiva, 3 km la settimana successiva. Questo aumenterà gradualmente il ritmo finché non sarai dove devi essere, ma lo farà in un tempo così graduale che non ti sentirai come se stessi assumendo un carico insopportabile. Mantieni i tuoi obiettivi piccoli e semplici e lascia che crescano naturalmente. Molti di noi sono così condizionati da aspettarsi risultati immediati che quando le cose non accadono istantaneamente rimaniamo delusi e ci arrendiamo. Ricorda costantemente a te stesso durante tutto il processo che il progresso richiede tempo; essere pazientare!

Quindi ovviamente si tratta di attenersi al proprio programma per radicare davvero l’abitudine. Saltare l’abitudine che stai cercando di costruire con troppa regolarità è fatale per progredire, quindi è fondamentale che ti attenga al tuo programma anche se è solo in piccola parte. Non hai tempo per un allenamento completo? Invece, fai solo dieci flessioni. Non hai tempo per scrivere un articolo completo? Scrivi qualcosa nel tuo diario. Da soli questi potrebbero sembrare insignificanti, ma è questo tipo di rinforzo che fa la differenza e ti aiuterà a mantenere un regime solido. Attenersi alla costruzione delle proprie abitudini, non importa quanto piccolo sia l’input.