Come sconfiggere la procrastinazione

 

Con che frequenza sfogli le pagine di Instagram, bevi caffè e guardi la TV invece di fare cose davvero importanti? Bene, non preoccuparti! In misura maggiore o minore, tutti noi procrastiniamo.

Gli scienziati dicono che la procrastinazione nasce dal desiderio interiore di evitare emozioni negative causate da compiti di routine e la loro sostituzione con qualcosa che dia piacere momentaneo. Rimandando le cose che dobbiamo fare, proviamo un senso di colpa e vergogna che stimolano un’ulteriore inazione.

La buona notizia è che possiamo sconfiggere la procrastinazione. Come? Proviamo a scoprirlo insieme:

# 1 Determina il motivo della procrastinazione

Cerca di capire perché rimandi le cose per dopo. Le ragioni possono essere molto diverse. Dopo averli trovati, sarai in grado di monitorare l’andamento dei tuoi pensieri e analizzare le tue azioni, aggiustandole se necessario.

  1. La riluttanza a intraprendere un compito particolare è spesso associata al perfezionismo. Alcune persone così spaventate da non poter fare il lavoro perfettamente che preferiscono non provarci nemmeno.
  2. Spesso procrastiniamo perché il compito sembra troppo noioso. Sì, passare del tempo nei social network come questi è molto più divertente e più facile che affrontare un compito impegnativo.
  3. Un altro motivo comune è che semplicemente trascuriamo le conseguenze delle nostre azioni, credendo che non arriveranno presto.

# 2 Suddividi l’attività in parti e fai un piano d’azione

Molto spesso, non possiamo iniziare a lavorare per paura. Se l’attività è così vasta e incomprensibile che sei completamente paralizzato, suddividila in diverse sotto-attività. Ad esempio, se hai bisogno di scrivere un articolo o un lungo rapporto, seleziona la parte che sembra essere la più semplice e inizia a lavorarci. Dopo aver affrontato almeno un piccolo problema, ti sentirai molto più sicuro. Puoi persino impostare una piccola ricompensa per ogni fase completata di un grande compito!

Un problema astratto sembra essere sempre più difficile, quindi prima di iniziare a lavorarci, fare un piano chiaro, in cui indicare la sequenza di azioni e gli strumenti necessari. Ti aiuterà a stimare le scadenze e scoprire i dettagli mancanti.

Quando inizi a muoverti da un punto all’altro, un’attività che sembrava impossibile diventerà più chiara e specifica. Ti sentirai meglio e approfondirai gradualmente il processo.

 

# 3 Combatti la noia

A volte è difficile accettare il lavoro perché sembra terribilmente noioso. Bene, prova a divertirti. Ascolta la tua musica preferita o guarda un film. Un background personale contribuirà alla tua produttività; l’importante è fare in modo che l ‘”intrattenimento” non ti distragga.

Un altro trucco consiste nell’assegnare un breve periodo di tempo (15-30 minuti) al riposo. Tali pause ti aiuteranno a rilassarti e tornare al lavoro ancora più ispirato.

# 4 Sbarazzarsi di stimoli esterni

Al contrario del n. 3, accade che la musica di sottofondo e altri stimoli interferiscano con il focus sul lavoro. Ascolta il tuo istinto: se lavori più produttivo nell’ombra – spegni le luci, se hai bisogno del silenzio totale – prendi i tappi per le orecchie o le cuffie insonorizzate.

Installa un’applicazione speciale sullo smartphone o sul browser per tenere traccia di quanto tempo trascorri sui social network. Renditi conto della portata del problema e inizia a trattare è serio! Se è necessario eseguire un’attività importante senza essere distratti, è opportuno disabilitare tutte le notifiche e i servizi di messaggistica istantanea. Molti imprenditori hanno conti diversi per le imprese e l’intrattenimento.

 

# 5 Stima adeguatamente la quantità di lavoro

A volte, rimandiamo un’attività perché sembra troppo facile e sembra che ce la faremo rapidamente. Sfortunatamente, spesso questa impressione è ingannevole e quando la scadenza si avvicina, improvvisamente si scopre che abbiamo troppo poco tempo a disposizione. Per evitare ciò, prova a determinare con precisione la quantità di lavoro e il suo livello di complessità. Aggiungi almeno alcune ore al valore finale poiché il lavoro potrebbe richiedere un po ‘più di tempo a causa di alcune incongruenze e micro-attività aggiuntive.

Se il problema è troppo facile per te, pensa a come si collega al risultato principale del tuo lavoro e quale significato ha per il flusso di lavoro e per la tua azienda / te stesso nel suo complesso. Ciò contribuirà a prendere sul serio anche la sfida più mediocre e leggera. Un semplice esempio: la raccolta dei dati dei clienti non è l’esperienza più entusiasmante, ma facilita notevolmente l’ulteriore invio di posta.

# 6 Dai sfogo alle tue emozioni

La procrastinazione può essere superata con l’aiuto di emozioni positive. Puoi, ad esempio, guardare una lezione motivante o un film. Punta a un esito positivo del caso e immagina quanto ti sentirai bene quando finalmente avrai completato l’attività.

L’incertezza ci impedisce di raggiungere il nostro potenziale. Ma quando finalmente superiamo questa paura e usciamo dalla zona di comfort, la gioia che proviamo ripaga tutti gli sforzi.

Quando rimandiamo un affare, lo giustifichiamo sempre con l’idea che in futuro avremo più energia, saremo preparati meglio, ecc. Di regola, la realtà è più prosaica: non troviamo quel potere in quel sognato “futuro.”

Ahimè, non esiste affatto un “futuro” astratto! Ad ogni modo, ti assumerai la responsabilità di tutte le cose che hai fatto, fai e farai. Quando te ne rendi conto, è improbabile che tu possa usare le stesse scuse. Quindi è meglio pensare a come organizzare il tuo programma e, infine, trovare il tempo per le cose di cui hai veramente bisogno!

battere la procrastinazione