Come trovare motivazione in tempi bui?

In quanto esseri sociali, emotivi e intellettuali, noi umani spesso attraversiamo momenti in cui ci sentiamo giù con il blues. Queste sensazioni accadono quando le cose non vanno come vorremmo, soprattutto dopo aver dato il massimo o quando accadono molte cose che non capiamo. Ci sentiamo anche insoddisfatti della nostra vita quando siamo in conflitto con ciò che ci circonda e non siamo in grado di essere liberamente chi siamo ed esprimerci ed essere accettati e amati per questo.

Le situazioni sono molte, ma una cosa che tali scenari provocano quando accadono costantemente è un senso di sconfitta. E questo è il punto più basso in cui possiamo essere. Di solito le persone, dopo aver attraversato molte difficoltà e difficoltà, iniziano a sentirsi sconfitte dalla vita e poi si arrendono. Tuttavia, c’è un altro modo per guardare e affrontare i nostri problemi e fallimenti, e questo è attraverso la lente della comprensione e del distacco.


La maggior parte delle persone fa dei propri problemi la proprietà che li definisce. È tutto ciò a cui pensano, parlano e sentono. Ne parlano continuamente nelle conversazioni e fanno del loro meglio per convincere gli altri a credere e ad accettare che stanno attraversando una grande tragedia che li ha resi impotenti. Innumerevoli persone lasciano che le loro situazioni esterne abbiano la meglio su di loro e diventano schiave dei loro pensieri negativi e depressivi, e più convalidano quei pensieri, più forti diventano. Ben presto, passa un anno o due e le stesse persone che erano felici, in salute e produttive, diventano depresse, stanche e senza speranza.

Invece di vedere le cose nel mondo che ci circonda che possono essere opportunità e strumenti che possono aiutarci a raggiungere un posto migliore, rimaniamo bloccati e concentrati sulle cose che non ci piacciono e ci gratificano.

Mentre attraversare fallimenti ed eventi traumatici nella vita è difficile, è importante che cerchiamo di conoscere noi stessi nei nostri tempi più bui e trovare speranza nelle nostre capacità di uscirne più forti. È importante ricordare questi punti per superare e trovare la motivazione nei giorni più bui.

  1. È così brutto come vogliamo che sia. Anche se i brutti momenti fanno schifo, in realtà dipende da noi quanto male lo prendiamo. Dato che ci sono alcune cose come la morte di un parente stretto che possono essere scioccanti da assorbire, la maggior parte degli eventi da cui veniamo regolarmente abbattuti non sono così gravi come li abbozziamo. Indipendentemente da ciò, tutte le realtà della nostra vita sono plasmate intensamente dalla percezione che ne abbiamo, ea volte staccandoci dalle nostre situazioni possiamo vedere le cose con maggiore chiarezza. Ricorda, la caratteristica di un essere umano intelligente non è solo quella di adattarsi, ma anche di mettere in discussione le idee precondizionate che ci sono state date di una vita perfetta.
  2. Non durerà per sempre. Sapere che tutto è temporaneo è una cosa, ma comprenderlo è un’altra. Comprenderlo significa liberarci dalle catene della paura, delle inadeguatezze e della tristezza. Abbiamo tutti bisogno e meritiamo un po ‘di tempo per piangere le nostre perdite e durante questo, possiamo lasciare le redini libere, ma oltre a questo dobbiamo anche ricordarci di tirare indietro le redini e riprendere il controllo delle nostre vite invece di lasciare che i nostri eventi quotidiani prendano il sopravvento controllo di noi.
  3. La forza interiore è già all’opera. Anche se potresti essere giù sotto le nuvole nere, è bello sapere che i momenti difficili che stai attraversando sono davvero buoni per te a lungo termine perché ti stanno rendendo più forte e migliore nel gestire i problemi. Gli studi hanno anche dimostrato questo concetto, poiché il trauma costruisce la resilienza e la resilienza aiuta a gestire altri ostacoli quotidiani in modo più efficiente di chiunque altro perché i nostri meccanismi di coping sono sviluppati meglio di altri.
  4. La felicità sta aspettando. Quando siamo presi in un solco di tempi difficili e iniziamo a credere che non ritroveremo mai più la felicità, molti di noi si deprimono, rifiutano l’aiuto di amici e familiari e ci rinchiudono perché tutto ciò che vediamo è la nostra sofferenza. Ma il fatto è che siamo circondati da cose che possono motivarci tutto il tempo. Ci sono molte persone intorno a noi che vivono vite così stimolanti indipendentemente dai loro problemi come disabilità, traumi infantili o abusi sessuali. Il mondo stesso è così bello che la sua bellezza ispira arte, musica, film, poesia e molte altre creazioni. La felicità è un impegno che ti impegni a vivere una buona vita, piuttosto che qualcosa che ti accade e basta.

Quando comprendiamo questi quattro semplici fattori che si manifestano nei nostri stati emotivi, emerge automaticamente un raggio di luce che guida i nostri pensieri e la sanità mentale verso un percorso migliore e più produttivo. Comprendendo la natura stessa dei momenti buoni e cattivi, possiamo renderci conto che l’unica cosa che possiamo fare come esseri umani è accettare ciò che è fuori dal nostro controllo e spendere il resto delle nostre energie nel cambiare ciò che possiamo.