Perché la tua disabilità non significa che devi smettere di fare sport

Per molte persone lo sport è la loro vita. Offre uno sfogo al resto delle questioni o dei problemi che li circondano, e dal momento in cui viene fischiato il primo fischio la loro mente è pronta a cogliere quella sensazione di vittoria. Ci possono essere diversi motivi per cui pensi di dover smettere di praticare sport, ma se sei stato coinvolto in una sorta di incidente o hai sviluppato una malattia che ha influenzato le tue prestazioni sportive, potresti credere che sia la fine. Tuttavia, ci sono diversi motivi per cui puoi continuare a praticare uno sport, alcuni dei quali sono elencati di seguito.

Prova un nuovo sport

Per alcune persone, non è il vero sport che praticano a dare loro il brivido, ma è la sensazione di partecipare o vincere che si divertono di più. Pertanto, se sei affetto da una disabilità che significa che non puoi più praticare lo sport che hai praticato in precedenza, potresti provare uno sport diverso che non richiede l’uso primario di quella parte del corpo. Ad esempio, se in precedenza fossi stato un giocatore di tennis avresti dovuto usare le mani e avere una buona resistenza, tuttavia un incidente che colpisce le tue braccia o le tue mani ti impedirebbe di praticare questo sport. Un’alternativa che potresti provare è la corsa o il ciclismo professionale, poiché sarai comunque in grado di utilizzare il tuo alto livello di resistenza e anche il tuo infortunio al braccio non sarà un problema!

L’unica disabilità nella vita è un cattivo atteggiamento.

Sport paralimpici

Negli ultimi dieci anni circa, lo sport paralimpico si è sviluppato in uno sport altrettanto popolare di livello olimpico. Esistono variazioni di centinaia di sport standard come il rugby, il tennis e il calcio in cui le regole sono state modificate in modo che le persone che soffrono di disabilità possano ancora praticare lo sport. Per la maggior parte degli sport ci sono una serie di diverse disabilità che ti permettono ancora di giocare, che possono essere problemi mentali o fisici. Ciò consente comunque allo sportivo di ottenere l’appagamento di praticare lo sport indipendentemente dai problemi che devono affrontare.

Diventa un allenatore o un arbitro

Se devi affrontare la notizia che non puoi più praticare lo sport che ami, non significa che devi porre fine alla tua associazione con esso! Questo è particolarmente vero se si tratta di uno sportivo che ha praticato questo sport per un lungo periodo di tempo, poiché significa che puoi aiutare a portare avanti la generazione successiva con la conoscenza che hai attualmente. Un’altra cosa che puoi fare con l’esperienza che hai vissuto è diventare un arbitro o un arbitro, poiché sarai in grado di arbitrare in base alla tua conoscenza dello sport.

Per riassumere

Soffrire di una disabilità non significa che devi smettere di fare sport. I suggerimenti sopra riportati sono solo alcune cose che puoi fare per assicurarti di poter ancora essere coinvolto negli sport che ami. Sì, diventare disabili sarà un grande sforzo per la tua vita, ma lo sport può ancora essere lo sbocco che usi per superare i tuoi problemi.