Come essere più produttivi: gestisci la tua energia, non il tuo tempo

Le persone credono che se impiegano più ore, saranno più produttivi e otterranno risultati migliori. Alcuni degli imprenditori di maggior successo parlano di lavorare fino a 16 al giorno. Questo è simile a dire che più a lungo colpisci un muro, più è probabile che si rompa.

Ma una volta che hai letto questo articolo, potresti iniziare a capire che lavorare più ore non necessariamente ti aiuta ad avere successo, anzi potrebbe farti perdere. Lavorare più ore può aumentare lo stress e danneggiarti emotivamente, mentalmente e fisicamente. Può portare a livelli ridotti di concentrazione e una minore qualità del lavoro.

Non si tratta della quantità del tempo che dedichi al tuo lavoro, ma della qualità.

Per capire come gestire la tua energia per essere più produttivi, dobbiamo prima conoscere le quattro fonti di energia che determinano il nostro successo.

Fonti di energia

1. Corpo: ti dà energia fisica

Il nostro corpo fisico è il principale deposito di energia che abbiamo. Possiamo aumentare l’energia fisica nel nostro corpo con:

  • Nutrizione
  • Esercizio
  • Dormire

Se non ti prendi cura di questi tre elementi essenziali, ti stancherai facilmente e avrai difficoltà a gestire le tue emozioni, concentrare la tua attenzione ed essere più produttivo.

Quindi smettila di saltare la colazione, che il nutrizionista spesso chiama il pasto più importante della giornata. Inizia a dare la priorità al tuo sonno spegnendo tutti i dispositivi elettronici due ore prima di andare a dormire. Infine, allenati almeno tre o quattro volte a settimana per mantenere alti livelli di energia.

È anche importante controllare come mangi se vuoi essere più produttivo. Mangiare pasti più piccoli e spuntini leggeri ogni tre ore è meglio che mangiare pasti golosi due volte al giorno.

Un’altra grande strategia è fare una passeggiata di 20 minuti nel pomeriggio. Non solo ti dà energia, ma fa anche spazio alle idee creative a venire. Questo perché mentre si cammina la parte del nostro cervello che risolve i problemi, l’emisfero sinistro, prende un posto in secondo piano e il lato destro creativo prende il sopravvento. Di conseguenza, possiamo vedere il quadro più ampio e fare salti fantasiosi.

2. Emozioni: determinare la qualità dell’energia

È essenziale sentirsi bene per fare del bene. Se ti senti negativo, è difficile essere efficaci. Ma se lavoriamo per molte ore e dobbiamo soddisfare le richieste incessanti del nostro lavoro o della nostra attività, tendiamo a scivolare in emozioni negative più volte al giorno. Scivoliamo in modalità lotta o fuga quando affrontiamo lo stress e ci irritiamo e ci innervosiamo.

Cadere in tali stati emotivi prosciuga la nostra energia e non solo ostacola i nostri progressi sul lavoro, ma influisce anche sulle nostre relazioni.

Tre potenti rituali per disinnescare le emozioni negative.

  • Respirazione profonda
  • Esprimi apprezzamento
  • Cambia la storia che scorre nella tua mente

Respirazione profonda Respirare profondamente è un ottimo modo per “guadagnare tempo” ed essere più produttivi. Inspira profondamente fino al diaframma ed espira lentamente. La respirazione a scatola, in cui inspiri per un conteggio di 4, tieni premuto per un conteggio di 4 ed espiri per un conteggio di 4, è una grande pratica di respirazione profonda ed è persino usata dai Navy SEALs. La respirazione profonda può disattivare istantaneamente la risposta di lotta o fuga.

Esprimi apprezzamento: quando facciamo pettegolezzi o critichiamo, creiamo tensione e ansia. Quando apprezziamo cose o persone, costruiamo energia positiva. Ci sono molti modi per esprimere apprezzamento: biglietto di ringraziamento, e-mail, telefono o semplicemente di persona.

Change the Story – Un evento non è mai negativo in sé, è la nostra percezione che lo rende tale. Di solito, quando succede qualcosa di brutto, le persone tendono a pensare di essere le vittime. È importante che tu racconti la storia più piena di speranza e di potere a te stesso dopo che si è verificato un evento del genere.

Ad esempio, se il tuo capo scopre che il tuo lavoro non è all’altezza del lavoro, puoi considerarlo un’opportunità per crescere e chiedergli un feedback costruttivo. Non incolpare il tuo capo per non apprezzare il tuo lavoro a meno che non lo abbia espresso esplicitamente.

Un modo semplice per cambiare la tua storia è visualizzarla da una lente diversa da quella della vittima.

Ci sono tre obiettivi da cui guardare e qui ci sono le domande per aiutarti ad accedere a ciascun obiettivo:

  • Lente inversa: cosa pensa l’altra persona del problema e in che modo potrebbe essere vero?
  • Obiettivo lungo: come guarderò questa situazione tra sei mesi?
  • Obiettivo ampio: se dimentico per un momento l’esito dell’evento, come può aiutarmi a imparare e crescere?

3. La mente: centro di energia

La mente è la fonte di tutto ciò che fai. Il pensiero positivo porta a risultati positivi come relazioni sane, carriera di successo, buona salute fisica e il pensiero negativo porta a risultati negativi. Quindi è importante sfruttare il potere della mente per essere più produttivi.

1) Dì NO alle distrazioni: la prima cosa da fare è eliminare tutte le distrazioni mentre lavori. Fai solo una cosa alla volta. Non controllare la posta quando fai una presentazione importante. Il multitasking è il nemico del lavoro di qualità.

In effetti, una persona impiega 30 minuti per tornare allo stato di flusso una volta interrotta durante il lavoro. Quindi fai del tuo meglio per bloccare tutte le distrazioni da altre persone e non cambiare attività mentre lavori.

Per essere più produttivo, diventa meno disponibile per le persone . Se è necessario controllare la posta elettronica, utilizzare blocchi temporali dedicati. Usa blocchi di tempo dedicati per tutte le distrazioni a cui devi prestare attenzione .

2) Scegli attività ad alto rendimento: scegli le attività che ti daranno i rendimenti più alti a lungo termine. Ciò può includere l’apprendimento di una particolare abilità o la costruzione della tua rete. Le persone hanno la tendenza a pensare a breve termine e tu puoi usarla a tuo vantaggio.

4. Lo spirito umano: energia di significato e scopo

È importante lavorare sodo ma senza vendere la tua anima. Non accontentarti di una carriera che non ti soddisfa. Naturalmente, non il cento per cento del tuo lavoro può essere soddisfacente poiché in qualsiasi lavoro o attività devi svolgere le tue faccende. Ma una parte significativa può davvero essere appagante e aiutarti a essere più produttivo.

Per trarre energia dallo spirito umano, dobbiamo conoscere le nostre priorità e integrare le attività pertinenti in tre categorie:

  • Fare il lavoro che ami e fai meglio
  • Dare tempo ad aree importanti della vita: lavoro, famiglia, salute, servire gli altri
  • Vivi i tuoi valori nella vita quotidiana  

a) Fare ciò che ami e fare meglio

Nel tuo lavoro, trova le esperienze in cui ti sei sentito il più felice, il più appagato, ispirato e assorbito senza sforzo. Ricorda almeno due di queste esperienze e poi scopri cosa le ha fatte risaltare e quali talenti hai usato.

Se la creatività è stata la svolta per te, crea un rituale in cui svolgi un lavoro creativo ogni giorno. Se la leadership ti ha fatto sentire inarrestabile, concentrati maggiormente su tali attività su base giornaliera.

b) Dare tempo a importanti aree di vita

Il lavoro è importante, ma è altrettanto importante dare tempo alla famiglia, fare esercizio ogni giorno per essere in forma e restituire alla società una volta ogni tanto per essere al servizio.

c) Vivere i propri valori nella vita quotidiana

Tony Schwartz, CEO di The Energy Project, lo dice

“Le persone attingono all’energia dello spirito umano quando il loro lavoro e le loro attività quotidiane sono coerenti con ciò che apprezzano di più e con ciò che dà loro un senso di significato e scopo . Se il lavoro che stanno facendo è davvero importante per loro, in genere sentono più energia positiva, si concentrano meglio e dimostrano una maggiore perseveranza “.

Conosci i tuoi valori

Per conoscere i tuoi valori, identifica i momenti della tua vita in cui sei stato il più felice. Quindi identifica i momenti in cui sei stato più orgoglioso. Identifica quando sei stato più soddisfatto. Quindi decostruisci queste esperienze per scoprire quali fattori le hanno rese notevoli. Questi fattori indicheranno i tuoi valori fondamentali.

Ma c’è anche una scorciatoia. Chiediti: “ Quali sono le qualità che trovo più scoraggianti negli altri? Ciò che odi negli altri è ciò che ami in te stesso. Quindi è un ottimo modo per trovare ciò che apprezzi.

Una volta che conosci i tuoi valori, integrali nelle tue attività quotidiane per essere più produttivo. Se il successo nel lavoro è il tuo valore fondamentale, svolgi un’attività al giorno che ti aiuti a far crescere la tua carriera nel lungo periodo. Se nutrire la tua famiglia è il tuo valore fondamentale, pianifica del tempo di qualità con la famiglia ogni mattina e sera.