Sono una brava persona? Sto facendo la cosa giusta? Dovrei essere orgoglioso o vergognarmi?

Viviamo in un mondo che è molto, molto interessato a fare la cosa giusta, raggiungere il successo ed essere un essere umano “buono”. Tutto questo va bene, ma il problema con questo paradigma è che tutte queste cose sono del tutto soggettive. Cento anni fa, le cose per cui le persone ti loderebbero oggi potrebbero averti reso una disgrazia in quel momento e viceversa! Torna indietro di altri cento anni e troverai un altro insieme di punti di vista completamente diversi. Quindi, le nostre attuali prospettive e atteggiamenti sono una vera rappresentazione di ciò che è corretto o vero? Come possono essere? Saranno cambiati di nuovo entro 50 anni! Devi stare molto attento a non limitarti alle convinzioni del tuo tempo attuale o anche alla tua particolare cultura.

In realtà, niente è vero al 100%.

Ogni idea che esiste è creata dalla mente e se permetti a te stesso di essere controllato da questi standard, prendi la tua libertà e la butti fuori dalla finestra.

sono una brava persona

La libertà è scelta

Se decidi che ti conformerai alla maggior parte delle opinioni e ignorerai il tuo vero trucco psicologico e fisiologico interno, stai dando al tuo mondo esterno il pieno controllo su te stesso e rinunciando a ogni grammo di controllo che hai. Quindi, piuttosto che chiederti se stai facendo la cosa “giusta” o se sei bravo (se questo significa anche qualcosa), forse dovresti iniziare a chiederti se stai vivendo autenticamente o no. Se la cosa ‘giusta’ viene fatta solo perché sei stato condizionato dalla società a farlo, allora sei il robot o l’ingranaggio di una macchina e il mondo controlla il tuo comportamento e sostituisce la tua passione interiore e il fuoco nella tua pancia.

Non puoi essere veramente felice se non stai vivendo in modo autentico

Questo può essere applicato a qualsiasi cosa: dalla carriera alle relazioni, ai corsi di azione. Per alcune persone, la cosa “giusta” da fare è passare la vita a guadagnare enormi somme di denaro, mentre per altri potrebbe essere rinunciare a tutto e correre dei rischi in paesi stranieri come cercatore di esperienze senza lavoro. Per alcune persone, dovrebbe essere adottato un approccio serio e logico, mentre per altri, un approccio spensierato e casuale li farà sempre avanzare in modo più efficace. Si tratta sempre di ascoltare ed essere in contatto con te stesso e non permettere che influenze esterne ti influenzino. Non puoi mai raggiungere la felicità e la soddisfazione cercando di fare ciò che pensi di dover fare, ma puoi ottenerlo immediatamente facendo ciò che ti senti attratto dal fare in questo momento. Si tratta di essere il tuo vero sé invece di cercare di arrivare a una destinazione immaginata.

sono una brava persona

I risultati non sono uguali alla felicità

Molte persone sono anche ossessionate dalla ricerca dell’orgoglio, che è un enorme ostacolo alla realizzazione interiore. Se la tua preoccupazione principale è essere rispettabile e orgoglioso di te stesso, probabilmente stai del tutto trascurando l’idea che, per essere felice, dovresti semplicemente fare quello che vuoi fare in questo momento senza considerare se questo soddisferà la tua idea di cosa ti renderebbe orgoglioso di te stesso o no! Fare affidamento sull’orgoglio è vivere comunque con ansia poiché quell’orgoglio potrebbe esserti portato via in un istante se non riesci a soddisfare i bisogni esterni da cui l’orgoglio dipende un giorno. Hai anche solo bisogno di guardare alcune delle persone più ricche del mondo che sono profondamente infelici per rendersene conto, i grandi risultati non fanno assolutamente nulla per la tua realizzazione interiore. Se vivere consapevolmente e spontaneamente si traduce in risultati rispettabili, allora questo è un grande vantaggio! Ma vedere questi risultati come la porta verso la tua vera felicità e pace ti lascerà sempre vuoto nel lungo periodo.

Non esiste la realtà, solo la tua percezione della realtà.

Guarda un animale per un buon esempio di questo. È impossibile per un animale sentirsi indegno o vergognarsi di se stesso perché non ha idea di cosa “dovrebbe” o “non dovrebbe” fare. L’animale risponde semplicemente al suo ambiente nel momento, fa ciò che vuole e non desidera ardentemente cose che non ha. Gli esseri umani creano la propria sofferenza cercando di essere all’altezza di idee che non sono nemmeno “vere” – Non possono essere vere perché niente è vero. Le cose che riteniamo importanti sono semplicemente trapanate dentro di noi o fanno parte della nostra cultura. Potresti persino volare in una parte diversa del mondo domani e sperimentare un insieme di valori e convinzioni completamente diverso! Ciò significa che le nostre sono vere e le loro sono false? O significa che le loro sono vere e le nostre sono false? Ogni cultura individuale probabilmente combatterà per il proprio insieme unico di credenze e punti di vista perché è stata così intensamente condizionata a credere che questi punti di vista siano l’unica verità, ma se fai un passo indietro e guardi il quadro più ampio, puoi immediatamente vedere che lì non è davvero una verità assoluta e non lo sarà mai. Rimuovere queste limitazioni da noi stessi ci autorizza a non finire e ci consente di vedere il mondo senza giudizio o ansia invece di essere coinvolti nel programma e diventare uno degli ingranaggi della macchina che consente a questo paradigma di vivere, inosservato da tutti.