5 cose da fare quando hai voglia di rinunciare

Hai voglia di arrenderti?

Alti e bassi.

La vita è così semplice? Cadi, ti rialzi. Ben più facile a dirsi che a farsi.

I tuoi problemi potrebbero sembrare insormontabili in questo momento. Potresti non voler apparire nella vita. Potresti non voler alzarti dal letto, socializzare o fare praticamente qualsiasi cosa. Dopo aver fallito più e più volte, raggiungere i tuoi obiettivi può sembrare impossibile. Ma indovina un po?

Sei ad UN passo dal successo. Il fallimento è il prezzo della grandezza. E hai pagato i tuoi debiti. Allora perché tornare indietro adesso?

Questo articolo ti mostrerà non solo come sentirti sicuro, ma anche dominare nel tuo campo. Un cambiamento di atteggiamento sposterà la tua energia da passiva ad attiva, da paurosa a curiosa e da vulnerabile a coraggiosa.

Senza ulteriori indugi, ecco le cinque cose che cambiano il gioco che puoi fare quando hai voglia di arrenderti.

1. Diventa curioso delle tue paure

La paura acceca la nostra visione. La curiosità apre le porte a nuove possibilità. Tutte le paure hanno risposte nascoste al loro interno. Hai solo bisogno di scavare.

Michael Jordan una volta ha detto: “Il mio atteggiamento è che se mi spingi verso qualcosa che pensi sia una debolezza, trasformerò quella debolezza percepita in una forza”.


Analizza le tue paure con curiosità. Controlla te stesso. Controlla il tuo ambiente. Paura di perdere il lavoro? Sviluppa le tue abilità, dedica te stesso ai compiti che tutti evitano e diventa insostituibile, quindi chiedi un aumento di stipendio! Vivere con persone tossiche? Sbarazzati di loro! Vivi nel passato? Disegna una linea nella sabbia e NON guardarti indietro! concentra la tua energia sulla tua visione, esci da lì, incontra nuove persone, fai rete e fai qualcosa che non hai mai fatto.

Diventa curioso delle tue paure e impara dal tuo dolore. Ci sono così tanti libri fantastici là fuori. Spegni la TV e inizia a leggere, rimarrai stupito da quello che puoi imparare sul tuo metodo di pensiero. Lavora su una debolezza alla volta e ne uscirai vincitore!

2. Prenditi cura della tua salute

Noah Galloway, un veterano della guerra in Iraq, ha perso un braccio e una gamba quando una bomba sul ciglio della strada è esplosa e ha ribaltato il camion militare che stava guidando. Più tardi, quando ha parlato con Tom Bilyeu, Tom ha notato che era in una forma incredibile. Tom gli ha chiesto come fosse così in forma dopo anni di depressione, ha detto,

“Sapevo di essere sempre più felice quando ero più sano”.

Nonostante fosse in una situazione difficile, Noah sapeva quanto fosse importante mantenere il suo corpo sano, aveva voglia di arrendersi? Sì, certo, ma attribuisce a questo il merito di essere in grado di superare l’oscurità e di entrare nella vita felice e produttiva di cui gode ora.

La tua salute determina la tua felicità. E le persone felici si comportano molto meglio di altre. Quindi prenditi cura della tua salute fisica concentrandoti su quanto segue:

  • Dieta: il cibo è il tuo carburante. Sostituisci gli alimenti trasformati con cibi veri appena cucinati. Elimina gli snack zuccherati e il fast food dalla tua dieta.
  • Dormire – Senza dormire, correrai sui fumi. Dormi 7-8 ore ogni notte che puoi.
  • Esercizio – Forma fisica o malattia, devi sceglierne uno. Fai esercizio almeno 3 giorni a settimana.

3. Chiedi aiuto, non sei solo questo

Quando cadi nell’abisso della disperazione, rimani bloccato con una mentalità da vittima. Ma sta a te cambiare la situazione. Sii abbastanza coraggioso da entrare in contatto con amici e familiari. Indossa il tuo cuore sulla manica e rimarrai stupito dalla risposta. Ti daranno il coraggio e la forza d’animo per andare avanti.

Inoltre, impara da mentori e allenatori. Anche atleti leggendari come Lebron James e Michael Jordan avevano bisogno di una guida per progredire. Un mentore con esperienza pertinente ti solleverà più efficacemente di chiunque altro. Se non riesci a trovare i mentori, leggi i libri scritti da loro.

E infine, trova alleati. Trova persone che si trovano sulla stessa strada e affrontano gli stessi ostacoli. Scalare la montagna è più facile se qualcuno ti dà le spalle.

4. Riconnettiti con il tuo perché

Noah Galloway, il veterano dell’esercito menzionato prima, dice che devi avere qualcosa di più forte delle tue paure. Il suo “perché” erano i suoi figli. Anche dopo aver perso due arti, ha voluto dare loro l’esempio.

Voleva mostrare ai suoi due ragazzi cos’è un uomo, perché è quello che sarebbero cresciuti. E voleva mostrare alla sua bambina cos’è un uomo, perché è quello che avrebbe cercato un giorno.

Un modo pratico per conoscere il motivo è scrivere su un diario ogni giorno. Con una certa consapevolezza, puoi trovare la cosa numero uno che ti interessa.

Quando hai voglia di arrenderti, ricorda il tuo perché, il tuo scopo. I tuoi doni e il tuo esempio possono elevare altre persone. Non lasciarli andare sprecati.

5. Fare piccoli passi per sviluppare coraggio

Il coraggio è come: “Un’abitudine, una virtù: la ottieni con atti coraggiosi. È come imparare a nuotare nuotando. Impari il coraggio incoraggiandoti. ” – Brené Brown

Inizia a fare piccoli passi e troverai il coraggio di andare oltre. Ciò potrebbe significare avere un incontro settimanale con un mentore o forse lavorare sui tuoi obiettivi per 30 minuti ogni giorno.

Quando vai avanti, la tua energia cambia. Non sei più stressato perché stai lavorando sulla fonte di quello stress. Ti muovi verso le tue paure e, di conseguenza, le tue paure perdono il loro potere.

Conclusione

Il dolore e l’attrito sono inevitabili per la crescita e il successo. Devi attraversare l’oscurità per scoprire il tuo potere. Diventa curioso delle tue paure e troverai le risposte. Prendi il dolore e trasformalo nella tua forza.

Non sei solo. Ottieni il sostegno di familiari e amici e impara dai libri e dai mentori. Qualunque cosa ti manchi ora, puoi guadagnare imparando e agendo. Inizia ad andare avanti, costruisci lo slancio e guarda aumentare la tua fiducia.

Non puoi smettere di provare paura. Ma puoi smetterla di dargli da mangiare.