Nelson Mandela

Viviamo in un mondo pieno di sfide e difficoltà ad ogni passo. Mentre la maggior parte delle persone prende la strada più facile scegliendo di vivere entro i confini dei propri limiti e paure, di tanto in tanto qualcuno tra di noi nasce con la grandezza definita nel proprio tema natale e la traiettoria della propria vita destinata a cambiare la storia di il mondo.
Diamo uno sguardo a tre di queste persone che con le loro parole, azioni e presenza hanno completamente trasformato le nostre idee e convinzioni sull’esperienza umana.

3 persone ispiratrici che hanno cambiato il mondo:

1. Nelson Mandela, padre della nazione sudafricana, autore di Long Walk to Freedom

“Non ero un messia, ma un uomo comune che era diventato un leader a causa di circostanze straordinarie”. – Nelson Mandela

Nessun leader è stato riconosciuto in tutto il mondo per il suo messaggio di pace, perdono e compassione come Nelson Mandela, il rivoluzionario anti-apartheid del Sud Africa che divenne anche il primo presidente democraticamente eletto del paese. Noto per la sua umiltà, ha sempre rifiutato di prendersi il merito delle cose straordinarie che ha fatto per il suo paese e per il mondo in generale.

Nato nel luglio 1918, Mandela era un avvocato di professione che viveva a Johannesburg. Nel 1948, quando i governi del Partito Nazionale stabilirono l’apartheid, il famigerato sistema di segregazione razziale che richiedeva che i neri fossero trattati come membri inferiori della razza umana, Mandela fu attivamente coinvolto in proteste sociopolitiche palesi e segrete contro il nuovo sistema dispregiativo. Fu per lo più coinvolto in proteste pacifiche e non violente, tuttavia, nel 1962, Mandela fu arrestato e condannato per cospirazione contro lo stato. Con una condanna all’ergastolo, è stato mandato a trascorrere le sue giornate in alcune delle prigioni più orribili del Paese.

Dopo 27 anni di prigione, Mandela è stato finalmente liberato quando persone in tutto il mondo hanno organizzato campagne pacifiche per il suo rilascio. Mandela uscì dalla prigione senza traccia di rabbia, odio o amarezza nei confronti dei suoi oppressori. In seguito ha raccontato le sue esperienze nell’autobiografia, Long Walk to Freedom.

Mai una volta in tutti quegli anni di prigionia, neppure una volta si è allontanato dalla sua visione di un Sud Africa unito. In uno dei suoi discorsi più famosi, è stato sentito dire: “Ho combattuto contro la dominazione bianca e ho combattuto contro la dominazione nera. Ho coltivato l’ideale di una società democratica e libera in cui tutte le persone convivono in armonia e con pari opportunità. È un ideale per il quale spero di vivere e di raggiungere. Ma se necessario, è un ideale per il quale sono pronto a morire. “

Nel 1994, la visione di Mandela per un Sudafrica democratico si è finalmente avverata quando il paese ha tenuto le sue prime elezioni democratiche, in cui Mandela è stato scelto come presidente. Ha ricoperto la carica di presidente per cinque anni e poi si è ritirato, assumendo la direzione del lavoro umanitario e viaggiando in tutto il mondo portando il messaggio universale di pace e perdono.
Mentre la lotta principale di Mandela era per il suo paese, la sua vita e il suo esempio lo rendono un modello ideale per l’umanità in generale che va oltre il colore della pelle, la razza, la religione, il genere e tutte le altre differenze create dall’uomo.

2. Oprah Winfrey – Un viaggio dagli stracci per diventare la donna più influente del mondo

Credito immagine: Oprah.com

“Ho sempre saputo di essere nata per la grandezza” – Oprah Winfrey

Nata in una povertà assoluta, Oprah Winfrey è diventata una delle donne imprenditrici più importanti del secolo. È stata definita “probabilmente la donna più influente del mondo” da The American Spectator. Time.com e la CNN l’hanno anche definita “la donna più potente del mondo”.

Il più grande contributo di Oprah è stato quello di rivoluzionare il genere dei talk show scandalistici, rendendolo un mezzo per un potente cambiamento nella vita delle persone e trasformandolo in una fonte di conforto emotivo per miliardi di persone in tutto il mondo.

Oprah è nota per la sua apertura e il candore caratteristico con cui esprime i propri sentimenti e pensieri su praticamente tutto. Ha sfidato le convenzioni e infranto i tabù parlando di cose di cui non si era mai parlato apertamente. Ad esempio, Oprah ha parlato del proprio abuso sessuale in un momento in cui era visto come qualcosa di così vergognoso che nessuno avrebbe ammesso di averlo sperimentato. Dopo la sua confessione, diverse celebrità hanno confessato nel suo show di aver subito abusi sessuali da bambina.

Dal momento che il suo spettacolo e la sua rete televisiva parlano alle persone degli argomenti più intimi della nostra esperienza di essere umani, non sorprende che The Oprah Winfrey Show sia uno degli spettacoli più visti nella storia della televisione.

Ma non era successo o denaro quello che Oprah ha mai cercato, la sua visione è sempre stata quella di aiutare quante più persone nel maggior numero di modi possibile. Conosciuto come uno dei più grandi filantropi del nostro tempo, Oprah ha vissuto la sua visione attraverso la sua presenza televisiva e attraverso le sue innumerevoli iniziative altruistiche.
La sua vita è fonte di ispirazione, di conforto e di speranza per molti. Non c’è da stupirsi che la giornalista Maureen Dowd dica di Oprah: “È la migliore donna alfa in questo paese. Ha più credibilità del presidente».

3. Roger Bannister – Ha dimostrato il potere della volontà umana attraverso il Miglio Miracoloso di quattro minuti

Credito fotografico: http://www.quotessays.com/images/roger-bannister-3.jpg

“L’uomo che può spingersi oltre quando lo sforzo diventa doloroso è l’uomo che vincerà.” – Roger Bannister

Il 6 ° maggio 1994, Roger Bannister ha fatto l’impensabile. Ha corso un miglio in 3 minuti e 59,4 secondi, qualcosa che era stato pubblicizzato come impossibile da scrittori sportivi ed esperti di tutto il mondo fino a quel fatidico giorno!

Il successo di Bannister è stato un momento significativo nella storia dello sport non solo perché ha esemplificato le possibilità dello spirito umano, ma anche perché ha stabilito un’eredità per il mondo in cui molte persone ora avevano l’ispirazione e stavano facendo ciò che in precedenza era ritenuto impossibile: gestire un intero miglio in meno di 4 minuti!

Il successo di Roger è una perfetta testimonianza del fatto che con forza di volontà, determinazione e pertinacia tutte le barriere della mente, del corpo e della vita possono essere abbattute. La sua realizzazione ha un fascino universale e può essere definita un’ispirazione in qualsiasi area della vita poiché operiamo sempre in base a nozioni preconcette e condizionamenti di ciò che è possibile e di ciò che non è possibile, di ciò che può essere ottenuto e di ciò che può essere ottenuto. Attraverso il Miracle Mile, Robert ci ha dimostrato che lo spirito umano è più forte di qualsiasi limitazione che gli è stata imposta.

Oltre ad essere un illustre sportivo pluripremiato, Roger è anche un eminente neurologo che ha dato un contributo significativo nel campo della medicina moderna. Mentre Roger crede che i suoi contributi come neurologo siano di maggior valore rispetto alla sua corsa Miracle Mile, le persone in tutto il mondo lo considerano un modello che ha dimostrato il fatto che l’unica cosa che non possiamo avere è la cosa in cui crediamo non possiamo avere!