Ecco 20 mentori da seguire nel 2020

Parte prima (20-11)

20. Ray Dalio – Miliardario, autore, Principles.

– Se riesci a superare la barriera del tuo ego e riesci a superare la barriera dei punti ciechi, puoi realizzare qualsiasi cosa perché sai anche che non devi capirlo da solo. Puoi comprendere da altre persone i diversi modi di affrontare le cose nel miglior modo possibile.

Quasi sempre o abbastanza spesso, le conseguenze del primo ordine di cose come mi fa sentire bene, mi rende felice, non voglio discutere, non voglio affrontare le sfide, voglio evitare il dolore, tutta quella litania di cose che diresti, Ah, questo ti porterà una vita felice tipo di cose.

Le conseguenze del secondo ordine sono più spesso l’opposto delle conseguenze del primo ordine. Voglio dire, non conosco i cibi che mangi, quelli che hanno un buon sapore sono probabilmente quelli, non sono quelli che dovresti mangiare. Quindi ora, quando inizi a realizzare che la vita è quasi un trucco, okay, andrai per le conseguenze del primo ordine o per le conseguenze del secondo ordine?

Ok, sono come stare seduto su un lato di una giungla e se riesco ad arrivare dall’altra parte della giungla in sicurezza, avrò una vita fantastica. Ma va bene, ma se attraverso la giungla, succederanno cose di ogni genere. Ora, cosa sceglierò? Starò su questo lato della giungla e avrò solo una vita normale o avrò quella che penso sia la migliore vita possibile ma ooh, posso essere morso tutte quelle cose. E questa è solo la natura della vita. E poi ho detto: “Devo farlo”. È la mia natura. Devo avere la vita migliore che posso avere. Quindi, devo andare nella giungla.

19. Lisa Nichols – Autrice, Imprenditrice, Oratore motivazionale

– Sono a Inglewood, vivo ad Arbor Vitae. Sto beneficiando dell’assistenza governativa, ho finito i soldi e devo comprare Pampers per Jelani. E avevo 11,42 dollari in banca, e ricordo di aver avvolto mio figlio in un asciugamano per due giorni.

Sai che qualcuno ha detto, perché quando racconto la storia mi vengono sempre le lacrime agli occhi. Qualcuno ha detto: “Fabbrichi le lacrime” perché hai raccontato così tanto la storia? ” No, sono una mamma. Ogni volta che racconto la storia, la sento di nuovo. Ricordo il secondo giorno, come hai detto tu, ho avuto la mia mano sullo stomaco di Jelani, e ho detto: “Non preoccuparti piccola, la mamma non sarà mai così a pezzi” o a pezzi, di nuovo. ” E quel giorno, quello che è cambiato per me, è stato che ero disposto, e non so se questo sembrerà folle, ero disposto a morire completamente per qualsiasi forma di me che ero stato. In modo che potessi dare alla luce la donna che stavo diventando. Il motivo per cui molte persone non diventeranno chi vogliono è perché sono troppo attaccate a ciò che sono state.

E lo senti sempre, quando le persone dicono: “Sono sempre stato così”. Ok, beh, se per te funziona, continua a farlo. Sapevo che non funzionava più per me. Avevo toccato il fondo della mia versione. Quindi, ero disposto a lasciare andare tutto e tutti. Vedi, un altro motivo per cui le persone non ci arriveranno è perché la porta è per te che devi passare. Stai cercando di portare tutti gli altri attraverso, perché stai cercando di essere Rescue 911. E devi prima salvarti.

Sono molto più prezioso per la mia famiglia e per la mia comunità, perché ero disposto a lasciarli andare, passare attraverso la porta da solo. Insegna a me stesso, impara me stesso, condizionami e poi torna a prenderli. Sono molto più prezioso per loro adesso. Ma ho dovuto attraversare una finestra temporale di 10 anni, di giudizio. Ci lasci, in giro con i bianchi tutto il tempo. Se vai in questi paesi pazzi, non sappiamo a cosa devo essere disposto, per permettere alla mia convinzione di crearmi dei fastidi.

Vedi, vogliamo crescere ma vogliamo che tutti rimangano amati da tutti. Ero disposto a salvarmi da solo a rischio della tua approvazione. Ma la maggior parte di noi non è così, Facebook è l’esempio che vogliamo che ci piaccia. Bene, mi sono svegliato e mi piaccio oggi, quindi il tuo like è extra. Il mio lavoro è prima di tutto piacermi. Volevo dire tutti i giorni Lisa, ti piaci? Lisa, sei orgogliosa di te? Lisa stai giocando a Fallout ogni giorno prima che io faccia il check-in con qualcun altro.

18. Sadhguru – Autore, Yogi indiano

– Solo quando sei in uno stato di esperienza piacevole il tuo corpo e il tuo cervello funzionano al meglio. Non ci sono discussioni su questo. Ci sono prove sufficienti per dimostrarlo. Quindi, qualunque sia l’impatto o il successo o il raggiungimento degli obiettivi o la crescita o qualunque cosa tu dica, a un livello nel mondo fisico, si tratta di quanto bene imbriglia il tuo processo fisiologico e psicologico, non è vero? Se il tuo corpo e la tua mente lavorano contro di te o per te. Questa è una grande differenza.

Quindi ci sono prove sufficienti per dimostrare che solo quando sei a livelli piacevoli di esperienza questo accade meglio. Quindi ovviamente prima gioisce, poi crescita. Se sei costantemente gioioso e non hai paura di soffrire perché capisci che tutta l’esperienza umana viene da dentro di te. E così sei riuscito a creare il tipo di esperienza che desideri. Ora la crescita è possibile senza freni. Se hai paura di cadere e di soffrire, non andrai molto in alto, no? Vedi adesso, quali sono gli strumenti della tua esperienza? Sai di essere qui solo perché puoi vedere, sentire, annusare, gustare e toccare. Questo è l’unico modo per sapere che sei qui adesso. Supponi di assopirti. Non va bene? Supponi di assopirti. Non sai che sei qui, vero?
– Sì.
– Anche se sei qui. Il tuo cuore batte, tutto funziona. Il mondo è acceso. Siamo tutti qui. Ma non saprai di essere qui, né saprai che sono qui o che qualcun altro è qui. Non è vero?
– Sì.
– Tutto quello che è successo è che la vita è piena anche dentro di te. L’unica cosa è che questi cinque organi sensoriali si sono spenti. Quindi la tua intera esperienza di vita in questo momento sta accadendo perché puoi vedere, sentire, annusare, gustare e toccare. Basta guardare la natura degli organi sensoriali. Nella stessa natura, sono diretti verso l’esterno, non è vero? Puoi ruotare i bulbi oculari verso l’interno e scansionarti?
– No.

Il nostro naso si trova proprio sopra la nostra bocca. Supponi di non lavarti i denti per tre giorni. Anche se questo naso è proprio qui, non ti dirà che non ti sei lavato i denti. L’intera stanza saprà che non ti sei lavato i denti ma tu non lo saprai. Questa è la situazione umana. È molto facile vedere cosa c’è che non va in questo ragazzo, cosa c’è che non va in lei, cosa c’è che non va in lei. Ci vuole molta osservazione per vedere cosa c’è di sbagliato in questo. Quel livello di acutezza di osservazione manca alla maggior parte delle persone, hanno bisogno di coltivarlo.

17. Mel Robbins – Autore di best seller

– Quando stabilisci degli obiettivi, quando hai un’intenzione su qualcosa che vuoi cambiare nella tua vita, il tuo cervello ti aiuta.

Quello che fa è aprire una lista di controllo e poi il tuo cervello si mette al lavoro cercando di ricordarti quell’intenzione che hai impostato. Ed è davvero importante sviluppare l’abilità. E dico quella parola intenzionalmente, l’abilità di sapere come ascoltare quella saggezza interiore e quell’intenzione che entrano in gioco e vi si appoggiano rapidamente.

Quindi per me, il mio cervello dice che è tutto, proprio lì. Muoviti veloce come un razzo Mel. Volevo cambiare la mia vita. E penso che la maggior parte delle persone che sono infelici, o che sono davvero come morire per essere grandi e morire per avere di più, vogliamo cambiare. Vogliamo vivere una vita migliore. Vogliamo creare di più per le nostre famiglie. Vogliamo essere più felici. Il desiderio c’è. Ancora una volta, si tratta di come passare dalla conoscenza all’azione. Quindi la prima cosa importante nella storia è rendersi conto che la risposta era in me. E la mia mente mi diceva di prestare attenzione. Comunque, la mattina dopo suona l’allarme e ho fatto finta che la NASA fosse lì. È la storia più stupida. Sono letteralmente andato cinque, quattro, tre, due, uno. Ho contato ad alta voce e poi mi sono alzato.

E non dimenticherò mai di stare lì nella mia camera da letto. Era buio. Faceva freddo. Era inverno a Boston. E per la prima volta in tre mesi, avevo sconfitto la mia abitudine di premere il pulsante snooze. Non potevo crederci e ho pensato, aspetta un minuto, contando all’indietro? Questa è la cosa più stupida che abbia mai sentito in tutta la mia vita. Bene, la mattina dopo, l’ho usato di nuovo e ha funzionato. La mattina dopo l’ho usato di nuovo e ha funzionato. La mattina dopo l’ho usato di nuovo e ha funzionato. E poi ho iniziato a notare qualcosa di veramente interessante. Ci sono stati momenti tutto il giorno, tutto il giorno, proprio come quel momento di cinque secondi a letto, in cui conoscevo la conoscenza, cosa avrei dovuto fare. E se non mi fossi mosso entro cinque secondi, il mio cervello sarebbe intervenuto e mi avrebbe convinto a smetterla.

Ogni essere umano ha una finestra di cinque secondi, potrebbe anche essere più breve per te. Hai circa cinque secondi di finestra in cui puoi passare dall’idea all’azione prima che il tuo cervello si metta al completo e saboti qualsiasi cambiamento nel comportamento.

Perché ricorda che il tuo cervello è programmato per impedirti di fare cose che sono scomode, incerte o spaventose. Il tuo lavoro è imparare a muoverti da quelle idee che potrebbero cambiare tutto per agire in base a esse.

16. Peter Diamandis – Imprenditore, futurista

– Fai quello che devi fare per realizzarlo e insegui i tuoi sogni e l’istruzione è la cosa più importante che potresti ottenere.

Ho la convinzione che ogni problema sia risolvibile. Mentre penso al mondo in cui viviamo oggi, è la consapevolezza di aver risolto così tanti problemi per raggiungere questo mondo straordinario in cui viviamo oggi.

In termini di produzione globale di cibo, energia, acqua, informazione. Viviamo nel mondo di Star Trek, voglio dire, ci pensi, che possiamo diagnosticare quasi tutto, posso leggere il tuo genoma per 100 dollari nel giro di un paio d’ore. E capisci tutti i 3,2 miliardi di lettere della tua vita e chiedi a un’IA di analizzarli e parlarmi di te, giusto? Posso fare in modo che uno di questi dispositivi raccolga qualsiasi informazione e parli con chiunque sul pianeta. Questa è magia. Questa è roba da pazzi. Solo 20 anni fa, figuriamoci 100 anni fa o 1.000 anni fa. Quindi, la realizzazione è che qualsiasi problema è solo un problema contestualmente oggi. E creeremo gli strumenti e la conoscenza per essere in grado di risolvere quel problema. E credo che qualsiasi problema non proibito dalle leggi della Fisica sia risolvibile. E anche allora impareremo in qualche modo dove sono veramente i confini della fisica.

15. John Assaraf – Mindset & Brain Expert

– La legge di GOYA è semplicemente alzarti dal culo. Quindi, se pensi, credi e ti emozioni, visualizzi e crei il tuo piano su come riuscirò effettivamente a raggiungere questo obiettivo. Allora cosa devo fare? Quando lo farò? In che modo specifico, come lo modificherò, lo misurerò e lo itererò in modo da fare costantemente progressi.

Ho imparato il valore del progresso contro la perfezione. Nessuno dei miei mentori mi ha mai fatto concentrare sulla perfezione. Mi hanno fatto concentrare sul progresso per continuare a migliorare, piccoli guadagni incrementali ogni giorno, ogni settimana, ogni mese, ogni trimestre. E anche quando indietreggi di un paio di passi, quali sono i progressi che hai fatto in quello che hai imparato?

Quindi mi è stato insegnato che il fallimento è un’opportunità per imparare. E mi è stato anche insegnato a dissociare me che sono un fallimento dal fallimento. Quando sentiamo qualcosa, è probabile che rilasceremo la dopamina nel cervello, la neurochimica del benessere che attiva il centro della ricompensa del cervello. E le probabilità sono che se lo sentiamo, e abbiamo questa emozione positiva intorno, e che la neurochimica sta inondando il nostro cervello e il nostro corpo con sostanze chimiche del benessere, stiamo effettivamente attivando il centro motivazionale del cervello. E così quando visualizziamo, quando fissiamo un obiettivo, quando intraprendiamo un passo d’azione, quando ci emozioniamo, quando leggiamo i nostri obiettivi, il flusso iniziale di neurochimici, dopamina, serotonina, sostanze chimiche del benessere. E poi se lo condividiamo con un amico, l’ossitocina, quei tre neurochimici, quelli sono i neurochimici del raggiungimento degli obiettivi. Ma poi c’è l’altro lato, gli altri circuiti della paura, dello stress, dove possono essere rilasciati anche noradrenalina, cortisolo o epinefrina, gli ormoni dello stress.

E quindi sono affascinato e voglio insegnare alle persone le cose che abbiamo imparato su convinzioni, autostima, autostima, paure e cose che trattengono davvero le persone perché tutto il come, come diventare sani e rimanere in buona salute, sappiamo. Come faccio a costruire un’impresa e sostenerla, lo sappiamo. Come faccio ad entrare in una relazione e ad avere successo, lo sappiamo. Sappiamo la maggior parte del come per qualsiasi cosa qualcuno voglia fare in questo periodo di tempo in cui viviamo. Quindi il come è la parte più semplice dell’equazione. Quindi la parte più difficile dell’equazione è perché non sto facendo le cose che so che dovrei fare? E perché non sto facendo le cose che potrei scoprire facilmente come fare?

14. Aubrey Marcus – Autore, imprenditore, CEO Onnit

– Sì, fanno una differenza tra la persona che è l’artista e il tipo di tela, potresti dire. Sai quindi l’artista è un artista che dipinge il capolavoro della sua vita, tiene in mano il pennello. Decidono come vogliono farsi, forgiarsi. Decidono come vogliono esprimere ciò che vogliono essere, o come vogliono interagire con questa incredibile scuola di vita che abbiamo a nostra disposizione. E poi l’altro lato sono quelle persone che si fanno costantemente schizzare di vernice su di loro da altre persone, i loro genitori dicono, oh, dovresti essere questo, dovresti fare questo, o questo è quello che devi essere. Ecco come devi apparire, questo è come devi vestirti, ecco cosa e stanno solo ricevendo tutta questa pressione esterna da ciò che i Toltechi chiamerebbero Mitote che è come un termine per il mercato dove tutti gridano il loro aspettative, le loro convinzioni, i loro accordi, tutte le cose di cui hanno quel tipo, possiamo o conformarci o decidere no, no, rovinare tutto. Sono l’artista, deciderò cosa accetto, forse sono d’accordo con questa percezione. Forse non sono d’accordo con questa percezione, ma prendi il controllo della tua vita.

E il Nagul è un luogo di controllo in cui stai plasmando la tua vita con il potere del tuo intento, con il potere della tua fede, con il potere di scelta e il libero arbitrio effettivo piuttosto che essere solo un po ‘maltrattato da tutto ciò che la società e le persone vogliono che tu sia.

È divertente, perché se fossimo in grado di fare come, anche solo una frazione delle cose che sappiamo di dover fare, saremmo tutti dei coglioni, ma ci sono così tante cose di cui parli alla gente, sì, dovrei farlo. Sì, dovrei fare, so che dovrei meditare. Sì, so che dovrei farlo. Dovrei mangiare meglio. Dovrei farlo io. Sappiamo tutti cosa vogliamo fare per essere la versione migliore di noi stessi, ma per qualsiasi motivo non lo facciamo. E ci sono molte ragioni per le quali, ma non lo stiamo facendo. E così la capacità di scegliere e decidere effettivamente cosa farai per essere il Nagul, per essere l’artista e dire, oh beh, se credo che dovrei meditare, allora mediterò e crollerò che so che dovrei con farlo effettivamente. Questo è un superpotere.

Questo è ciò che definisce i più grandi artisti dalle persone che non ce l’hanno ancora fatto, è davvero la loro capacità di dire, oh, se dovessi allenarmi ora lo farò. Oh, se dovessi mangiare così, lo farò. Oh, se dovessi farlo, va bene allora lo farò. Sta crollando quel sapere cosa sapere cosa dovresti fare, e farlo effettivamente e realizzarlo. E questa è in definitiva una scelta. Abbiamo la capacità di attingere a quel superpotere di scelta, quel superpotere del libero arbitrio. Non sarà facile dato che la mente giocherà un miliardo di trucchi, razionalizzazioni e quant’altro. Ma alla fine abbiamo il controllo. Sai, come ho detto, non sto dicendo che sia facile. E non sto dicendo che sia la migliore strategia. Penso che devi essere onesto e dire tipo, oh, non posso farlo. Bene, se non puoi farlo, usi altri metodi. Fai quello che devi fare per essere efficace, ma sappi che hai quel potere. Abbiamo tutti quel potere, abbiamo il potere di avere la facoltà di fare quel tipo di scelte.

13. Jesse Itzler – Autore, imprenditore

– Una volta superata la paura di essere imbarazzato, a nessuno piace essere imbarazzato. Ma una volta che hai superato la paura di essere imbarazzato, è super liberatorio. E ti permette di entrare in corsie in cui altrimenti non entreresti. E tutti sono cablati in modo diverso. Tutti sono cablati in modo completamente diverso. È difficile ricablare qualcuno, sentirsi a proprio agio nel correre rischi, a proprio agio nell’essere imbarazzati. E penso che derivi dall’avere un sacco di uova sul viso. E imparando lungo la strada.

Io e il mio compagno eravamo ospiti su un jet privato quando avevo 27 o 28 anni. E quando siamo saliti sull’aereo, era come la scena de “Il mago di Oz” quando tutto va dal bianco e nero al colore come se le persone volassero in questo modo. È incredibile, voglio volare così. E quando quando siamo atterrati pensavo di avviare una compagnia di jet privati. Sai come sicuramente così potremmo volare privatamente, tranne per il fatto che non abbiamo aeroplani. Così siamo andati a una società chiamata NetJets di proprietà di Warren Buffett, il gorilla da 800 libbre. Avevano più di 600 aeroplani nella flotta e hanno lanciato questa idea per una carta jet prepagata di 25 ore, che si chiamava Marquis jet.

Ma la riunione in realtà, quando abbiamo presentato l’idea, è durata 12 minuti e ci hanno buttato fuori. E il presidente di NetJet ha detto, e questa è quasi una citazione diretta, ha detto, bella idea, ma se pensi che daremo a due bambini che non hanno superato 1.000 con il loro SAP, il che mi ha fatto incazzare, ho capito come un 980 ma mi sono convinto di aver superato il limite che sei come se continuassi a dirti che hai rotto 1.000. È come se non vi dessi mai l’accesso ai nostri aeroplani, perché l’idea era che, se potessimo vendere e commercializzare sulla loro flotta, attraverso questo programma di 25 ore chiamato Marquis jet, è così che ci saremmo trasportati sulle spalle dai loro aeroplani e loro lanciavano noi fuori durante la riunione e poi siamo stati implacabili. E siamo tornati e ci siamo resi conto che non potevamo vendere questo concetto tramite un PowerPoint, perché avrebbero visto 1.000 PowerPoint al mese.

Quindi abbiamo letteralmente portato il nostro focus group per dare vita all’incontro. E uno per uno, i ragazzi si sono alzati. Avevamo Carl Banks dei New York Giants e Run from Run DMC e un potente magnate immobiliare. E hanno spiegato che non avrebbero mai acquistato una frazione di quello che NetJet stava vendendo, ma avrebbero acquistato una carta di 25 ore se fosse stata offerta. Ed è così che abbiamo finito per consolidare l’opportunità. E poi al tuo punto, quando abbiamo avviato la società, questo è nel 2000. Quindi non avevo un modo sofisticato per ottenere contatti. Non conoscevo molte persone ricche. E l’unico modo in cui potevo davvero costruire il mio database o vendere qualcuno era andare agli eventi, dove i ricchi uscivano.

Quindi ho sentito parlare di questa conferenza chiamata The Ted. Non sapevo nemmeno cosa fosse a Monterey, in California. Quindi ho volato commerciale, ho trasferito tre voli, ho guidato sei ore quando sono atterrato per arrivare a Ted per cercare di presentare questa idea a chiunque volesse ascoltare. Ma quando sono arrivato alla conferenza The Ted, era come a Fort Knox, tutti avevano credenziali, doppie credenziali e io non avevo niente. E non mi permetteranno di avvicinarmi alla sede. Quindi sono andato al bar locale e ho cercato di capire come entrare o intrufolarmi o convincere qualcuno a farmi entrare o ad avere accesso. E mi sono reso conto che ogni ora a tutti coloro che hanno le credenziali stavano entrando nel bar e stavano comprando latte e muffin e latte e muffin e latte e muffin.

Così la mattina dopo, mi sono svegliato alle cinque, sono andato al bar e ho comprato ogni singolo muffin che avevano, ho preso tutto l’inventario dal negozio. Dico, prendo tutti i tuoi muffin, mi hanno dato tipo 80 muffin. Ed ero seduto e poi quando la prima ondata di partecipanti a Ted si è interrotta per la loro pausa, e sono venuti uno dei clienti ha detto, oh, posso avere un latte e un muffin e il ragazzo ha detto, beh, potrei darti un latte, ma abbiamo finito i muffin. E quando è uscito ho detto, mi scusi, signore, guarda mi capita di avere un muffin in più, in realtà ne ho 800, ma se volete un muffin, potete avere uno dei miei muffin. È come no, vattene di qui. Allora mi rendo conto che inizia ma cosa fai? Cosa stai facendo qui? E abbiamo iniziato ad avere una conversazione e lui ha detto, ti dispiace se mi unisco a te e me, il mio unico pensiero è stato come, sei qualificato per comprare una carta, puoi unirti a me. Ed è stata la mia prima vendita. È stata la mia prima vendita. Il ragazzo possedeva una società che lo ha venduto a eBay. E quello è stato l’inizio della scarica di adrenalina di okay, fammi provare a decifrare questo codice su come possiamo costruire questa cosa con un database non grande.

12. Tim Ferriss – Miglior autore di vendite

– Se più informazioni fossero la risposta, saremmo tutti miliardari con sei pacchetti di annunci. È buono, vero? È solo assorbire e nemmeno assorbire, leggere, guardare e ascoltare di più, non è abbastanza perché devi applicarlo, devi usare gli incentivi. Devi avere ricompense e punizioni per te stesso per portare a termine le cose con le tempistiche, eccetera. Quindi questo è uno.

Un altro è, non essere un asino. C’è il paradosso di un filosofo, ma non credo che lo sia. Penso che sia solo una parabola su Burdains Ass, su un asino assetato e affamato, e c’è acqua da una parte, a pochi passi di distanza e fieno dall’altra. E non sa decidere se fare prima il fieno, prima il fieno o l’acqua, il fieno o l’acqua e alla fine muore di sete. Non poteva farli in sequenza. In effetti, puoi fare quasi tutto quello che vuoi nella vita, ma non puoi farlo allo stesso tempo. E se puoi dedicarti a una cosa anche solo per un anno e poi alla cosa successiva per un anno, puoi fare quelle 10 cose. Ma se provi a fare tutti e 10 in una volta, sarai Burdains Ass. E tu te ne andrai, dovrei fare questo, dovrei farlo? O dovrei concentrarmi su questo, dovrei concentrarmi su questo? Quindi non fare l’asino.

11. Vishen Lakhiani – Fondatore Mindvalley

– L’educazione trasformazionale per me è il tipo di educazione più importante. Il tipo di istruzione più importante in cui vuoi investire per te stesso e che vuoi offrire ai tuoi figli. Quindi, prima lasciami definire di cosa si tratta, giusto? L’educazione trasformazionale copre l’istruzione che molte delle nostre istituzioni si sono dimenticate di insegnarci.

Si tratta di saggezza. Si tratta di consapevolezza. Si tratta di prendersi cura del proprio corpo, della propria mente, della propria salute, dei propri stati emotivi, si tratta di essere un genitore più consapevole, di essere un amante più consapevole. Riguarda come affrontare quei giorni in cui potresti svegliarti un giorno sentendoti depresso o triste, e come lo affronti? Le scuole non ci insegnano queste cose. Ed ecco perché l’educazione alla trasformazione è così importante.

Se pensi all’esperienza umana, ciò che conta davvero non sono tanto i tuoi voti o il lavoro che hai. Tutti questi sono punteggi medi. Sono un mezzo per un fine, giusto? Ma se chiedi a un essere umano, di condividere con te i momenti della vita di cui sono più grato, tutti quei piccoli momenti spesso hanno a che fare con stati interiori. È innamorarsi. Sta portando il tuo primo figlio nel braccio.

È la gioia di realizzare la tua prima grande vittoria. E tutti questi sono stati di felicità, stati di gioia, stati di connettività umana. L’educazione trasformazionale ti mostra come arrivarci più velocemente senza il dogma, senza il lavoro inutile verso una laurea e poi quel lavoro di cui la società dice che hai bisogno. E poi quel percorso di carriera, poi romperti lavorando dalle nove alle cinque su qualcosa che odi. E il motivo è così importante è perché il mondo sta cambiando a un ritmo esponenziale.

Ray Kurzweil afferma che entro il 2029 sul nostro smartphone, tutti noi avremo l’equivalente di un’intelligenza artificiale personalizzata. Puoi chiamarlo come vuoi Rose, Jarvis, Nancy, qualunque cosa, ma questa IA sarà in grado di gestire la tua vita per te. Tutta la conoscenza che stiamo attualmente imparando a scuola sarà nel nostro cervello esteso. E allora cosa dovremmo studiare? Perché la storia, la geografia, tutto sarà su un’intelligenza artificiale personalizzata. Quindi la cosa più importante da insegnare alle persone è la trasformazione. È insegnare alle persone come espandere la loro visione del mondo, insegnare alle persone a sapere come prendersi cura della propria salute, come mantenersi in salute, come praticare pratiche di longevità, come entrare dentro quando si sentono tristi, come praticare la meditazione e consapevolezza. Questa è l’educazione più importante.

LA TOP 10!

10. Robin Sharma – Autore di best seller, mentore

– Prima che sorga il sole è il momento di minor distrazione. Prima che sorga il sole è dove puoi costruire intimità e fluidità con ciò che vuoi rappresentare nella tua giornata. Prima che sorga il sole, il lusso e la tranquillità delle prime ore del mattino, puoi fare quel lavoro interiore profondo che ti permetterà di uscire nel mondo e giocare al meglio. Quindi qual è la formula 20/20/20 è semplicemente questo, ci sono tre tasche.

La prima tasca è mossa, da cinque a 5:20 e ti metti in esercizio sudato perché, come ho detto, rilascia neurotrasmettitori, riduce il cortisolo, aumenta il tuo tasso metabolico, che ti dà più energia, e anche la serotonina, che ti dà gioia. Quindi ora sono le 5:20, fondamentalmente ti senti diverso, hai energia, il tuo stato è forte, hai un fuoco nella pancia e hai accelerato la tua concentrazione. 5:20 a 5:40 è la seconda tasca della formula 20/20/20 che è riflettere. Viviamo in un mondo in cui molte persone sono impegnate a essere impegnate, ma qual è il punto di essere impegnati a scalare il Monte sbagliato? Everest’s? E quindi la chiarezza è uno dei DNA della maestria.

Lo sai se parli con i titani dell’industria e parli con le persone che ottengono davvero trazione intorno alle loro ambizioni. Queste sono persone che hanno un focus monomaniacale sulle poche cose che contano. Hanno un’ossessione che confina con un possesso intorno alle poche priorità intorno alle quali vogliono costruire la loro vita. E così dalle 5:20 alle 5:40, la seconda tasca, scrivi in ​​un diario, mediti, visualizzi, fai quello che io chiamo nel libro un progetto per una bella giornata o ti siedi in solitudine e pensi e mediti e rifletti. E poi la tasca finale va dalle 5:40 alle 6:00, e questa è l’ora della vittoria, la tasca finale cresce.

Ma se guardi i più grandi miliardari, ho allenato molti miliardari negli ultimi 20 anni, se guardi i più grandi produttori del pianeta, queste persone hanno una cosa in comune, sono ridicolmente curiose e non importa quanto fanno soldi e, indipendentemente dall’impatto che hanno, mantengono una mentalità da cintura bianca. Una delle chiavi per prestazioni epiche è un impegno incessante per la crescita quotidiana.

9. Ed Mylett – Imprenditore, autore

– Ciò che non odi, alla fine lo tollererai e penso che identifichi la vita della maggior parte delle persone. In altre parole, la media diventa una specie di questa lenta asfissia. È quasi come un anestetico e nel tempo diventiamo una specie di immuni e noiosi alla media che stiamo diventando. E così nel tempo, riduciamo al minimo il punto in cui ci troviamo. In altre parole, non ingrandisci il grado in cui il principale dovrebbe influire su di te.

E quindi in realtà ciò che intende in questo è ascoltare, uscirai dalla tua vita ciò che accetti. È davvero difficile per le persone che penso sia capire, quello che pensi di valere e quello che tollererai è assolutamente quello che porterai nella tua vita e come sarà la parte esteriore della tua vita. E quindi vivo in base a quello. Mi lascio sentire il dolore e la difficoltà di non essere dove voglio essere, in qualunque area sia, sia che questa sia la mia spiritualità, le mie relazioni, i miei soldi, mi lascio sentire quel dolore perché come sai, ci sono due motivazioni, giusto, c’è l’acquisizione del piacere, il voler andare a prendere qualcosa, inseguire il sogno, ma poi c’è l’evitare il dolore. E per molti campioni, questa è una forza trainante piuttosto grande per loro.

E così, almeno per me, faccio leva su entrambe queste cose per convincermi ad agire. C’è questa cosa che la gente pensa che sarò felice quando. Una volta che avrò questa grande casa meravigliosa o una volta che avrò questa macchina o una volta che avrò questa relazione o una somma di denaro, allora mi concederò un po ‘di felicità. Il problema è che il traguardo si muove sempre, non ci arrivi mai, vero? L’altra parte è che le persone pensano bene, se ora mi diverto, perderò la mia guida. In altre parole, se riesco a legare me stesso con abbastanza dolore tutto il tempo, non perderò la mia spinta o ambizione.

La verità è che non c’è alcuna correlazione tra i due. Non c’è alcuna relazione tra il tuo sentire un dolore completo tutto il tempo e la perdita di motivazione. E quindi parlo di vivere in uno stato di beata insoddisfazione ed è per questo che così tante persone si bloccano nella vita. Sono arrivati ​​a un certo punto e si sono imbrogliati per la beatitudine, per la celebrazione. È importante che celebriamo le nostre vittorie, celebriamo le nostre vite perché ci fa desiderare il prossimo morso, ci mantiene più affamati, non il contrario. E così per me, voglio vivere in uno stato di gratitudine e beatitudine ora, senza aspettare un luogo o una data futura che potrebbe non sorgere mai.

8. Wim Hof – Fondatore, Metodo Wim Hof

– Il potere di adattarsi al fattore di stress in generale. Abbiamo perso questa connessione è perché indossiamo vestiti tutto il tempo e viviamo in un comportamento da zona di comfort, pensiamo di poter controllare la natura ma essendo non stimolanti nel nostro comportamento, abbiamo perso la connessione nella profondità della nostra fisiologia perché siamo in grado di per adattarsi a qualsiasi cosa. Siamo costruiti per essere in grado di adattarci senza stress a qualsiasi situazione stressante e ottenere una soluzione. Il corpo lo sa, ma poiché siamo entrati in questa zona di comfort per centinaia di anni, la nostra genetica è cambiata, la nostra fisiologia è cambiata, tutto è cambiato e abbiamo perso effettivamente il pieno potere della mente. E sono qui per riportarlo indietro.

7. Gary Vee – Imprenditore, investitore, autore

– Penso che così tante persone siano attiviste da tastiera, giusto? Tutti sono bravi a inviare un tweet su come dovrebbe essere il mondo e nessuno sta facendo nulla al riguardo e questa è solo la natura umana.

– Volevo solo chiederti se pensi che sia la natura umana o pensi che siamo diventati morbidi come cultura?

– Sì. Ovviamente negli Stati Uniti siamo diventati morbidi come cultura perché gli Stati Uniti hanno avuto un’incredibile corsa di 200 anni. Questo è proprio quello che succede. Quindi come cultura, non posso parlare per le persone che vivono nel Rio delle Amazzoni e non posso parlare per le persone che vivono ancora in Bielorussia, ma la cultura americana è morbida, e questa è una cosa grandiosa, significa che ci sono state quantità enormi di prosperità ma non siamo ingenui. Le persone si lamentano letteralmente quando qualcuno dà loro la quantità sbagliata di panna extra in un caffè Starbucks da sei dollari. La mia mancanza di interesse per le lamentele è così alta e quando guardo ciò di cui le persone si lamentano mi si spezza il cuore perché mancano completamente di prospettiva e credo sinceramente che la mia felicità e il mio ottimismo derivino dalla mia prospettiva. Anche in tempi di disordini politici come adesso, molte persone sono molto piegate fuori forma, ma la realtà è che non è mai stato meglio essere un essere umano, questa è solo la verità, sono solo dati, questa è la realtà ed è solo un momento molto divertente per essere vivi, così tante cose da fare. Internet sta iniziando a raggiungere la maturità. Guarda cosa stiamo facendo adesso. Questo in questo momento sarebbe costato milioni di dollari in produzione e distribuzione per avere il numero di persone che lo guardano solo 15 anni fa e penso che il modo in cui le persone guardano il mondo in questo momento, perché è un momento così incredibile è in realtà il più veloce dì a chi sono. Se pensi che faccia schifo e che sia brutto, hai perso il DNA pessimistico, e se pensi che sia fantastico e fenomenale, hai un DNA vincente ottimista e credo che sia vero.

6. Simon Sinek – Autore di best seller, relatore

– Non cercare di influenzare ciò che non puoi influenzare. Non controllare ciò che non puoi controllare. Una mentalità infinita significa che è qualcosa che non posso fare ma posso influenzare e prendermi cura delle persone alla mia sinistra e alla mia destra, posso prendermi cura delle persone che lavorano per me, posso anche prendere cura della persona per cui lavoro.

A volte abbiamo un capo tossico, non perché sia ​​cattivo, ma perché non capiamo la pressione a cui è sottoposto. A volte per mostrare semplicemente empatia al nostro capo, ehi capo, sei stato davvero duro con noi oggi, tutto bene, cosa sta succedendo? Sono preoccupato per te. Sono qui, come se potessimo avere successo insieme, siamo qui per aiutarti, sai? Non importa dove ci troviamo all’interno di un’organizzazione, la leadership non riguarda il rango o l’autorità. La leadership si assume la responsabilità delle persone che ci circondano. E quindi chiunque in qualsiasi squadra, di qualsiasi grado e di qualsiasi livello può essere un leader. La prima scelta è che dobbiamo voler essere. Un mio caro amico, il tenente generale George Flynn del Corpo dei Marines ha detto che il primo criterio per essere un leader è che devi volerlo essere. Quindi ognuno di noi può offrirsi volontario per essere un leader. Ed è quello che fai, ti impegni a vedere le persone con cui lavoriamo quotidianamente amano venire al lavoro, sentono che qualcuno ha le spalle, si sentono supportati, sentono di avere la copertura superiore, sentono che qualcuno si preoccupa su di loro come essere umano, li ascolta, conosce la loro storia, permette loro di essere se stessi.

Possiamo essere quel leader e quello che inizi a vedere sono quei team perché sono davvero performanti e quei team diventano super stretti, e inizi a sentire voci in tutta l’azienda perché tutti vogliono entrare in quella squadra perché apparentemente è una grande squadra per lavorare con, su cui lavorare. E prima che tu te ne accorga, una di quelle persone va e si trasferisce in un’altra squadra e prende tutto ciò che ha imparato, perché la leadership è appresa e lo fanno per un’altra squadra. E se prendiamo quella mentalità infinita e alla fine la coda scodinzolerà il cane, e non importa se è questo CEO o un altro CEO perché sopravviveremo a chiunque sia in carica in questo momento, e questo è l’obiettivo. Lo facciamo per il bene dell’organizzazione, lo facciamo per il bene della causa.

5. Marie Forleo – Autrice, Coach, Speaker

– Ci sono ovviamente delle sfide che ogni singolo essere umano deve affrontare e non pretendo di conoscere la storia o le difficoltà di ogni singola persona che guarda questa intervista in questo momento, ma quello che so è questo, che ogni singola persona che guarda o ascolta questo ha un potere immenso dentro, ha talenti e doni incredibili, ha capacità incredibili che loro non sanno nemmeno esistere in questo momento e so che se sono solo disposti a provare questa idea, provaci di nuovo prima di negarlo, non credetemi, provatelo voi stessi, che possono superare qualsiasi difficoltà, ogni sfida che affrontano e creare miracoli nelle loro vite e nelle vite delle persone che li circondano. Ne sono certo. Niente nella vita è così complicato. Puoi fare tutto ciò che ti viene in mente se ti rimbocchi le maniche, entri e lo fai.

Tutto è calcolabile. Ma quella frase è rimasta impressa nella mia anima a un livello così profondo e l’ho ripetuta più e più volte e poi ho capito quando sono diventato un adulto che è stata la più grande forza trainante della mia vita dal continuare a essere rifiutata nelle squadre sportive e fare le cheerleader e andare ancora e ancora e uscire da una relazione violenta quando ero, era come il mio primo amore, entrare in classe al college per ottenere ogni lavoro part-time che abbia mai ottenuto, ogni lavoro a tempo pieno che io ‘ siamo mai riusciti a uscire dalle relazioni, entrare nelle relazioni, costruendo l’intero business. Uso ancora quella frase ogni singolo giorno.

4. Tom Bilyeu – Imprenditore, fondatore di Impact Theory

– Una volta ho sentito Ed Mylett dire: “Sei a una decisione di distanza da una vita completamente diversa.” E sono d’accordo con lui ma voglio chiederti questo, qual è quella decisione? E la risposta è assumerti la responsabilità completa e totale di tutto nella tua vita. E intendo tutto.

Il modo in cui lo spiego alla gente è che se mia moglie venisse colpita e uccisa da un meteorite, me ne prenderei la responsabilità, direi che è colpa mia, non per incolparmi o per vergognarmi, ma per ricordare io stesso che ho il controllo, che c’è sempre qualcosa che avrei potuto fare. Ora so che è vero, per quanto folle possa sembrare, ma so che in questo momento ci sono un gruppo di persone che seguono quelli che vengono chiamati oggetti vicino alla Terra assicurandosi che se qualcosa come un meteorite è in rotta di collisione con la Terra, potrebbero fare qualcosa per fermarlo. Anche se so che esistono, non ho mai fatto nulla per aiutarli. Non ho mai dato loro soldi o idee o parole incoraggianti e penso che sia la risposta giusta. Penso che la probabilità che mia moglie venga uccisa da un meteorite sia praticamente zero, ma se accadesse, non perderei tempo a dire che non avrei potuto farci niente.

So di aver fatto una scelta e alla fine della giornata questa è la realizzazione più potente che puoi avere, che anche l’inazione è una scelta. Stai decidendo ogni minuto cosa farai con il tuo tempo, le tue energie, la tua intelligenza, la tua concentrazione, tutto questo, stai decidendo come usarlo e la tua vita in questo momento è un riflesso esatto delle scelte hai fatto, nel bene e nel male. Se ami la tua vita, congratulazioni, stai prendendo le decisioni giuste e se odi la tua vita, non dipende da nessuno tranne te e questa è la migliore notizia che posso darti.

Questa è la cosa più confortante che posso dire. Perché? Perché puoi fare qualcosa al riguardo. Se fosse colpa di qualcun altro, se la vita ti stesse succedendo, se non avessi il controllo, allora non c’è niente che potresti fare per uscire dalla tua situazione. Ma la realtà è che hai il controllo. Ogni momento è un’opportunità per fare qualcosa di diverso e quando fai scelte diverse, quando compri azioni diverse, quando fai cose diverse, ottieni un risultato diverso. C’è una ragione per cui Einstein ha detto che la definizione stessa di follia è fare la stessa cosa e aspettarsi un risultato diverso. Quindi, se vuoi qualcosa di nuovo per la tua vita, è molto raggiungibile. Puoi avere qualcosa di nuovo, puoi avere tutte le cose che vuoi ma dovrai darti una mossa, dovrai prendere le decisioni giuste e questa è una cosa difficile da affrontare, è dura accettare che semplicemente volerlo o essere una brava persona o provarci non è abbastanza. Ma non lo è. Devi lavorare finché non trovi la risposta giusta.

Devi essere disposto a fallire e armeggiare finché non trovi il percorso che funziona davvero, ma una volta che ti attieni allo standard di efficacia, che ti ha effettivamente ottenuto il risultato desiderato, allora stai armeggiando sarà tutto per niente perché non è diretto a niente. Non saprai mai se stai colpendo nel segno se non hai nulla a cui mirare. Ma una volta che hai quella chiarezza e sai esattamente cosa stai andando e accetti la responsabilità di arrivarci o meno, allora tutto cambia perché hai il potere.

Quindi adesso, riprenditi la tua vita. In questo momento, non importa cosa sta succedendo, non importa cosa ti è successo, non importa quali cose pazze ti siano accadute che sembrano fato, prendi possesso. Non picchiarti, non perdere tempo a sentirti male per questo, ma riconosci che sei molto più potente e capace di quanto pensi. E una volta che lo prendi, una volta che hai preso le redini della tua vita, puoi fare i cambiamenti e le decisioni di cui hai bisogno per arrivare ovunque tu voglia andare e questa è veramente la realizzazione più potente, la decisione più importante che ognuno di noi può mai fatto.

3. David Goggins – Atleta, autore “Can’t Hurt Me”

2. Jim Kwik – Esperto di cervello e memoria, autore, allenatore

– Il tuo cervello è come un supercomputer e il tuo dialogo interiore è un programma che verrà eseguito. Quindi, se dici a te stesso che non sei bravo a ricordare i nomi, non ricorderai il nome della prossima persona che incontri perché programmi il tuo supercomputer a non farlo. E dico sempre alle persone di mantenerlo positivo, di dare potere, perché la tua mente ascolta sempre di nascosto i tuoi discorsi e devi stare attento a ciò che dici a te stesso perché è questo comando inconscio. Quindi starò molto attento come quando entro in una frattura o, penso che alcune delle persone di maggior successo vivano al limite dei loro limiti e suonano anche lì. E ogni volta che mi sento nel mio sistema nervoso, mi sento come se non potessi farlo, allora mi sento come se dovessi davvero farlo perché sento che il modo in cui facciamo qualcosa è come facciamo tutto perché il motivo è importante, giusto e cosa ci guida, dico sempre alle persone che c’è una formula di successo, mi iscrivo, lo chiamo H-cube, che va dalla tua testa al tuo cuore alle tue mani, specialmente nello spazio di sviluppo personale o su ciò che ti insegnano definizione degli obiettivi, potresti affermare cose nella tua testa o pensare cose nella tua testa o visualizzare cose nella tua testa ma se non stai agendo con le tue mani, c’è qualcosa che manca, giusto, c’è un’incongruenza lì e quello che dico alle persone è come fare il check-in con la seconda H, che è il tuo cuore, che è il simbolo dell’emozione, l’energia del movimento. E quindi sento che è il carburante che alimenta l’auto che ti fa agire per qualcosa. Il mio messaggio alle persone, che sia sul palco o sul podcast o altro, è che siamo più di ciò che stiamo dimostrando, che ci è stata venduta questa bugia che alle persone viene insegnata a scuola. Come quando faccio queste demo e sul palco memorizzo 100 nomi e parole e numeri avanti e indietro, e sembra senza sforzo, dico sempre alle persone che non lo faccio per impressionarti, lo faccio per esprimerti ciò che è veramente possibile perché la verità è che tutti possono fare anche questo e molto di più, applicato alla creatività, alla focalizzazione, al flusso, alla risoluzione dei problemi, al pensiero e al superamento delle sfide più grandi della loro vita, e forse anche del mondo.

La sfida è che ci hanno insegnato una bugia. Ci hanno insegnato una bugia che in qualche modo la nostra intelligenza, il nostro potenziale, il nostro apprendimento, la nostra memoria in qualche modo è fissa, la nostra creatività è fissa, il nostro pensiero è fisso, come il nostro numero di scarpe, e quello che abbiamo scoperto, come sai, di più su scienza del cervello, negli ultimi due decenni, abbiamo scoperto più dei 2000 anni precedenti e quello che sappiamo è che stiamo grossolanamente sottovalutando la nostra capacità di essere in grado di crescere, di essere in grado di contribuire, di migliorare la nostra intelligenza, e la nostra influenza e il nostro impatto. È solo che siamo tutti cresciuti con un’istruzione del 20 ° secolo che ci ha preparato per un mondo del 20 ° secolo, che all’inizio del secolo lavorava nelle fabbriche, nelle fattorie e nelle catene di montaggio e il nostro sistema educativo si è rispecchiato a questo. Era una catena di montaggio, un approccio unico per tutti, con uno stampino per biscotti verso l’istruzione, che ci insegnava cose su cosa imparare, matematica, storia, scienza, spagnolo, ma tutte le cose che possiamo trovare online al giorno d’oggi, giusto? Allora per cosa hai bisogno di rigurgitare quelle informazioni? Riguardava cosa imparare ma non come imparare, come pensare da soli, come risolvere i problemi, come essere creativi, tutte le cose che non si possono esternalizzare all’automazione o alla tecnologia o che non si possono esternalizzare in Asia, il nostro valore in questo mondo è davvero la nostra creatività perché non è qualcosa che può essere facilmente esternalizzato. La nostra capacità di creare valore, essere creatori, prendere la nostra visione e trasformarla in realtà, prendere l’invisibile e renderlo visibile, ma dove sono le lezioni su questo, su come essere in grado di vivere la tua migliore versione di te stesso? Ma per quanto riguarda le capacità interpersonali? Deve essere almeno altrettanto importante essere in grado di connettersi con gli individui. Che dire, oltre alle abilità interpersonali, delle abilità intrapersonali, come la semplice consapevolezza di sé?

Perché, come parla Gary Vee, penso che l’autoconsapevolezza sia un superpotere, come la consapevolezza di te stesso, della tua condizione e di ciò che ti motiva, di ciò che ti guida, delle tue convinzioni, dell’identità. Se la conoscenza è potere, allora l’apprendimento è il tuo superpotere e penso che sia un superpotere che tutti noi abbiamo, è solo che non ci viene insegnato, recentemente abbiamo avuto Quincy Jones tra il nostro pubblico e ho dovuto tirarlo sul palco, giusto, e Ero tipo, devo chiederti, noi siamo il mondo e Michael Jackson e Oprah, come hai superato queste sfide, questi problemi che dovevi essere in grado di creare questa eredità? E lui mi ha guardato, ha detto “Jim”, ha detto “Non ho problemi”. Sono tipo, cosa intendi? Hai 84 anni, non hai problemi? E come no, ho degli enigmi. Ed ero come wow, come se quel piccolo cambiamento di vocabolario avesse cambiato tutto per me. Sì, perché i puzzle sono come indovinelli, puoi risolverli, ci sono risposte ed è stato un cambio di prospettiva. Ed era questo il problema di crescere con i supereroi, leggere questi fumetti a tarda notte quando ero così impressionabile, è per me un supereroe più di ogni altra cosa rappresenta la speranza, capisci cosa intendo? Quella persona può fare la differenza. E molti supereroi affrontano molte sfide, giusto? Quando pensi ai supereroi più popolari, sono tutti orfani. Wonder Woman, Batman, Superman, Iron Man, Spider-Man, hanno tutti perso i loro genitori e hanno superato queste grandi sfide, ma attraverso di essa hanno trovato il loro dharma, hanno trovato la loro missione e scopro che se qualcuno lo guarda e loro ci sono rifugiati Non l’ho ancora trovato, ho la convinzione che la loro missione e che la missione delle persone, il loro scopo sia cercarle anche ma la maggior parte di noi non è sensibilizzata perché sta arrivando in forme diverse e non siamo aperti ad essa tanto.

E quindi la mia cosa quando si tratta di rituali di successo e alte prestazioni e impatto è che tutti abbiamo quella sovranità, abbiamo tutti quel potere e ogni volta che lo mettiamo là fuori e lo diamo a qualcun altro, come se fossimo un termometro, la metafora di cui parlo sempre, o siamo termometri o siamo termostati e un termometro, pensi alla sua funzionalità, riflette solo ciò che l’ambiente gli sta dando, riflette solo la temperatura e cose del genere ma un il termostato è diverso, stabilisce uno standard, fissa un obiettivo, definisce una visione e l’ambiente cambia insieme ad esso, e sento che la nostra felicità, la nostra gioia, il nostro livello di realizzazione, il nostro successo, dipende tutto da dove mettiamo il locus of control e mi sento come se avessimo più potere di quanto pensiamo in questi casi. Ed è difficile, perché dobbiamo combattere i media, dobbiamo combattere il marketing che ci parla sempre di tutte le cose che stanno accadendo nel mondo ma viviamo in un universo abbondante, giusto? Parliamo della matrice, quale pillola prenderanno le persone e questo determina tutto. E ogni singola mattina, decidi quale pillola di colore prendi.

1. Joe Dispenza – Autore, educatore

– Beh, un’abitudine è un insieme ridondante di pensieri, comportamenti ed emozioni automatici e inconsci che vengono acquisiti attraverso la ripetizione. Un’abitudine è quando hai fatto qualcosa così tante volte che il tuo corpo ora sa come farlo meglio della tua mente. Quindi se ci pensi le persone si svegliano la mattina, iniziano a pensare ai loro problemi, quei problemi sono circuiti, ricordi nel cervello, ognuno di quei ricordi è connesso a persone e cose in certi momenti e luoghi e se il il cervello è un ricordo del passato, nel momento in cui iniziano la loro giornata stanno già pensando al passato. Ognuno di quei ricordi ha un’emozione. Le emozioni sono il prodotto finale delle esperienze passate. Quindi nel momento in cui richiamano quei ricordi dei loro problemi, all’improvviso si sentono infelici, si sentono tristi, provano dolore. Ora come pensi e come ti senti crea il tuo stato d’essere. Quindi l’intero stato d’essere della persona quando inizia la sua giornata è nel passato. Che cosa vuol dire? Il passato familiare prima o poi sarà un futuro prevedibile. Quindi, se credi che i tuoi pensieri abbiano qualcosa a che fare con il tuo destino, e non puoi pensare in modo più grande di come ti senti, i nostri sentimenti diventano il mezzo per pensare, per definizione stessa delle emozioni, stai pensando nel passato. E per la maggior parte, continuerai a creare la stessa vita. Quindi le persone prendono il cellulare, controllano WhatsApp, controllano i loro messaggi, controllano le loro e-mail, controllano Facebook, fanno una foto ai loro piedi, la pubblicano su Facebook, twittano qualcosa, fanno Instagram, loro controlla le notizie e ora si sentono davvero connessi a tutto ciò che è noto nella loro vita. E poi passano attraverso una serie di comportamenti di routine.

Si alzano dal letto dalla stessa parte, vanno in bagno, prendono una tazza di caffè, fanno la doccia, si vestono, vanno al lavoro allo stesso modo, fanno le stesse cose, vedono lo stesso persone, che premono gli stessi pulsanti emotivi e che diventa routine e diventa come un programma. Quindi ora hanno perso il loro libero arbitrio per un programma. E non c’è nessuna mano invisibile che glielo fa. Quindi quando arriva il momento di cambiare la ridondanza di quel ciclo diventa un programma subconscio. Quindi ora il 95% di ciò che siamo quando abbiamo 35 anni è un insieme memorizzato di comportamenti, reazioni emotive, abitudini inconsce, atteggiamenti, credenze e percezioni cablate che funzionano come un programma per computer. Quindi una persona può dire con il cinque percento della propria mente cosciente che voglio essere sano, voglio essere felice, voglio essere libero, ma il corpo ha un programma completamente diverso. Allora come inizi a fare quei cambiamenti? Bene, devi andare oltre la mente analitica perché ciò che separa la mente conscia dalla mente subconscia è la mente analitica. Ed è qui che entra in gioco la meditazione perché puoi insegnare alle persone attraverso la pratica come cambiare le loro onde cerebrali, rallentarle. E quando lo fanno correttamente, entrano nel sistema operativo dove possono iniziare ad apportare alcune modifiche davvero importanti. Quindi la maggior parte delle persone aspetta crisi, traumi, malattie o diagnosi, la perdita, qualche tragedia per prendere la decisione di cambiare e il mio messaggio è perché aspettare? E puoi imparare e cambiare in uno stato di dolore e sofferenza oppure puoi imparare e cambiare in uno stato di gioia e ispirazione. Penso che in questo momento la cosa bella sia che le persone si stanno svegliando.

Master: Les Brown – Oratore motivazionale, autore

– Ti viene fame di trovare qualcosa che sei tu. Credo che tutti noi siamo nati unici, ma la maggior parte di noi muore copie. Devi scoprire cos’è che ti eccita, cosa risuona con te?

Una delle cose di cui mi rendo conto e che mi ha permesso di avere successo come oratore, l’industria del parlato è stata dirottata da persone che parlano per vendere e va bene farlo e fare soldi. Parlo per cambiare la vita perché qualcuno ha parlato e ha cambiato la mia vita. Quindi questa è la mia passione. Questa è la mia guida. Questo è qualcosa che sento nel mio cuore.

E quindi la chiave per quella vita guidata dalla fame è una vita centrata sul cuore. Non ho fatto quello che sto facendo per anni a causa della mia programmazione, a causa della cultura in cui sono cresciuto. Vorrei vedere altre persone con lauree, dottorati di ricerca e MBA e credenziali che non ho e mi sono convinto Non potevo farlo. Ma devi lavorare su te stesso, devi avere un atteggiamento inarrestabile e nessuna scusa è accettabile e devi renderlo una priorità, un non negoziabile nella tua vita, e mantenere una visione costante di ciò che vuoi realizzare. Guardalo realizzato e fai di tutto, trova un modo per vincere, nonostante le battute d’arresto, nonostante le delusioni, nonostante i tuoi fallimenti. Dico alla gente, quando faccio presentazioni fallirai la tua strada verso il successo.

Ho un detto, se la vita ti abbatte, prova ad atterrare sulla schiena perché se puoi guardare in alto, puoi rialzarti. Quelle esperienze di perseguire obiettivi che vanno oltre la tua zona di comfort e avere relazioni che ti sfideranno e circondarti di allenatori e mentori che possono portarti in un posto dentro di te che non puoi andare da solo perché non puoi leggere l’etichetta quando sei chiuso nella scatola. E così quelle esperienze, ti sfidano ad andare a quel livello successivo e continuare ad andare avanti nella tua vita facendo cose nuove ed eccitanti che l’occhio non ha visto, l’orecchio non ha sentito, né è nel cuore dell’umanità ciò che Dio ha in conserva per te quando vivi una vita centrata sul cuore decidendo che vivrai una vita che sopravviverà a te, vivrai una vita che conta, una vita che costruirà un’eredità e cambierà il pianeta.

Master: Eric Thomas – Oratore motivazionale, autore

Master: Tony Robbins – Life & Business Strategist, autore, mentore